Superbike: Yonny Hernandez desaparecido, Jeremy Guarnoni al suo posto

Superbike: Yonny Hernandez desaparecido, Jeremy Guarnoni al suo posto

Il team Pedercini costernato: il colombiano è sbarcato in Francia ma non vuole correre. Già in pista il sostituito

di Redazione Corsedimoto
Yonny Hernandez

Yonny Hernandez è sbarcato in Francia ma giovedi nel tardo pomeriggio ha informato il team Pedercini che non avrebbe partecipato al round di Magny Cours. La formazione mantovana, costernata, ha convocato d’urgenza Jeremy Guarnoni, 25 anni, pilota ufficiale Kawasaki nel Mondiale Endurance, appena laureatosi campione nazionale, sempre con la marca di Akashi. (qui cronaca e tempi della FP1)

Lucio Pedercini spiega l’accaduto. “Mercoledi sera Hernandez, appena arrivato in Francia, ha avuto un problema con l’albergo che gli avevamo prenotato, si è presentato in ritardo al ceck in e la camera non c’era più. Giovedi pomeriggio ci ha chiamato per dirci che non avrebbe corso a Magny Cours, senza fornire ulteriori spiegazioni. Ho chiamato il suo manager (Simone Battistella, che cura anche gli interessi, fra gli altri, di Andrea Dovizioso, ndr) e anche lui, non ha saputo dirmi di più.”

Forse sulla rottura pesano i risultati modesti che il colombiano ex MotoGP sta ottenendo al suo primo anno in Superbike. Ha totalizzato appena 28 punti, miglior risultato è stato undicesimo, in due occasioni. Lucio Pedercini ha convocato d’urgenza Jeremy Guarnoni, che ha disputato stagioni in Superstock con la formazione mantovana. “Ha viaggiato tutta la notte, è arrivato all’alba ma ha voluto comunque scendere in pista per le prime prove. L’accordo con Jeremy è solo per Magny Cours, per le successive gare in Argentina e Qatar non sappiamo al momento risolvere la situazione.”

Superbike Magny Cours: cronaca e tempi della FP1

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy