Superbike: Yamaha ancora indietro, Alex Lowes “A Portimao il salto di qualità”

Superbike: Yamaha ancora indietro, Alex Lowes “A Portimao il salto di qualità”

Partire in prima fila non è bastato ad Alex Lowes per tenere il passo di Ducati e Kawasaki. “Ma stiamo lavorando bene, io ci spero.”

Commenta per primo!
Alex Lowes impegnato in gara 2 del round tedesco del Mondiale Superbike 2017

Alex Lowes e Michael van der Mark sono tornati in Superbike reduci dalla trionfale “spedizione” alla 8 ore di Suzuka. Ma contro Ducati e Kawasaki è ancora dura, nonostante gli sforzi tecnici la R1 è ancora una spanna sotto la concorrenza. Neanche la prima fila guadagnata d’ufficio da Alex Lowes è bastata per accarezzare il sogno del podio.

“L’inizio non è stato come lo avevo immaginato” ammette Alex Lowes, “Ero convinto che partendo in prima fila si potesse combinare qualcosa di buono e invece, anche se avevo un ritmo migliore rispetto a gara 1, non sono andato oltre il quinto posto. Questo tracciato è strano e sicuramente non aver fatto i test a luglio non ci ha aiutato. Non siamo ancora dove vorremmo essere, ma un sesto e un quinto posto non sono poi così da buttare. La squadra ha lavorato bene, stiamo risolvendo qualche problema e sono convinto che nel prossimo round di Portimao potremo fare dei bei passi avanti.”

Michael van der Mark, solo undicesimo a oltre 24 secondi da Davies,  non è mai stato protagonista nell’intero arco del fine settimana, il suo disappunto è palpabile. “E’ stata una corsa molto difficile per me, partendo indietro ho perso molto tempo per passare alcuni piloti. Al Lausitzring non riuscivo a far girare la moto, ad essere veloce a centro curva, che è uno dei nostri punti di forza. Spero di ritrovare confidenza a Portimao, e di poter puntare ai risultati che stiamo cercando.”

Superbike Germania, gara 2 cronaca e classifica

Superbike Chaz Davies sei straordinario

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy