Superbike, Thailandese sconosciuto sulla Kawasaki Grillini

Superbike, Thailandese sconosciuto sulla Kawasaki Grillini

Un certo K. Sahustchai correrà con la Kawasaki Grillini il round Thailandese del Mondiale Superbike. Sarà in grado?

Beh, ormai è una comica: avete qualche soldo da parte e volete provare l’effetto che fa a correre una gara del Mondiale Superbike? Provate a chiedere, magari vi sarà dato…

Nel secondo round che si correrà sabato 12 e domenica 13 marzo a Buriram, in Thailandia, sulla Kawasaki Grillini salirà un pilota locale di cui nessuno ha mai sentito parlare, neanche gli esperti di corsedimoto, l’unico sito che propone info e cronache su tutti i campionati superbike del Mondo. Si chiama K. Sahustchai, per sapere il nome di battesimo aspettiamo il comunicato ufficiale del team bolognese. Prende il posto dell’australiano Josh Hook che si è fratturato una spalla nei test precampionato a Phillip Island.

Nel week end australiano Hook era stato sostituito da Toprak Ratzgatliouglu, pilota ufficiale Kawasaki Stock 1000 nonchè campione in carica della 600, sempre con Kawasaki. Ma il debutto è durato poco, appena il tempo di fratturarsi il malleolo sinistro. Se ha pagato dazio un pilota di 19 anni ma comunque di altissimo livello, con già dei test alle spalle con la ZX-1oR, anche se in versione Stock, che rischio può correre questo Sahstchai?

Una volta conquistare il Mondiale era un traguardo, adesso le moto sono a noleggio e chi paga corre. Disarmante. Verrebbe da chiedersi con quale criterio, oltre al portafogli,  vengono rilasciati i nulla osta per correre nel Mondiale, cioè la massima espressione della categoria. Anche ai fini della sicurezza.  Ma forse è meglio far finta di niente e incrociare le dita…

 

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy