Superbike Thai Warm up Sul rettilineo Aprilia meglio di Kawasaki

Superbike Thai Warm up Sul rettilineo Aprilia meglio di Kawasaki

Michael van der Mark il più veloce nei quindici minuti pre gara. Sul dritto le Aprilia più veloci della Kawasaki

I quindici minuti di warm up di gara due si sono disputati con 32°C di temperatura e per il via alle 16 locali (le 10 in Italia) si aspettano 38°C, quindi condizioni decisamente più ostiche rispetto alla prima sfida disputata sabato con 34°C aria e 42°C asfalto.

Non sono mancati i problemi: le due BMW Althea si sono fermate al primo giro lungo la pista per un problema di mappatura, Torres e Reiberger sono riusciti a raggiungere ai box dov’è stata ripristinata a tempo di record lo stesso software del giorno prima.

Ferma anche la Ducati di Chaz Davies per un surriscaldamento e prudenziale arresto delle operazioni per non pregiudicare il V2 in vista di gara due . All’ultimo minuto si è fermata lungo il circuito anche la Kawasaki di Sykes.

Alla fine della tormentata sessione il più veloce è stato van der Mark, 1’34″188, a due decimi dal giro veloce di Rea in gara uno. A seguire Sykes, Rea e Guintoli. Qualche spiraglio per le Aprilia: De Angelis ottavo, Savadori tredicesimo. Le due RSV4 RF sono state le più rapide in rettilineo con 304,2 km/h meglio della Kawasaki di Rea transitata a 300,8 km/h.

 

 

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy