Superbike Thai Le dichiarazioni dei piloti dopo gara 1

Superbike Thai Le dichiarazioni dei piloti dopo gara 1

Ecco i commenti ufficiali dei protagonisti di gara 1 del round Thai del Mondiale Superbike a Buriram

Commenta per primo!

Jonathan Rea – 1° classificato

Il ritmo era molto alto, non me lo aspettavo perchè per tutto il week end siamo andati molto più piano dell’anno scorso. Era quello che volevo, che andassimo forte. A quattro giri dalla fine ho alzato il ritmo guadagnando sette-otto decimi su Tom. E’ stato difficile perchè all’ultimo giro ho trovato un doppiato che mi ha fatto andare largo, comunque è stato sufficiente. E’ stata una delle mie vittorie più belle, sono molto stanco perchè gli ultimi tre-quattro giri sono stati molto faticosi. Per gara 2 la mia moto avrà un assetto molto migliore.

Tom Sykes – 2° classificato

Sono contento perchè rispetto all’anno scorso ho fatto una gara assai migliore. Sfortunatamente avevo problemi in due-tre curve, li perdevo il mio vntaggio. Jonathan è stato molto forte alla fine, ha guidato bene, ma anch’io mi sentivo più forte rispetto alle gare precedenti. La cosa positiva è che il vincitore non è tanto lontano, il feeling è migliorato. Devo migliorare per domenica ma un secondo posto tanto per cominciare non è male. Stiamo lavorando nella direzione giusta.”

Michael van der Mark – 3° classificato

E’ stata una grandissima soddisfazione festeggiare la prima pole, di solito le Kawasaki sono imprendibili nel giro ma stavolta c’eravamo anche noi. Ho fatto una brutta partenza, forse ero un po’ eccitato dalla posizione, e poi avevo qualche problema in scalata che mi ha fatto andare un paio di volte largo. Ma ho recuperato in fretta portandomi a ridosso di Sykes e Rea. Alla curva otto però ho preso un bello spavento e ho perso contatto che poi non sono più riuscito a recuperare. Cercherò di essere più competitivo per la seconda.

Chaz Davies – 4º classificato

È stata una gara difficile, ed onestamente credo non fosse possibile fare di più oggi. Non avevo il passo per stare con i primi, e non è stato facile nemmeno contenere la rimonta di Davide. La gomma posteriore ha accusato un calo imprevisto poco prima di metà gara, ed ho dovuto giocare un po’ in difesa. Purtroppo su questa pista conta tanto la velocità, e dobbiamo ancora migliorare su questo aspetto, soprattutto nel primo settore. Non sarà facile, ma non ci arrendiamo e domani proveremo a fare cambiamenti più radicali per salire sul podio.

Markus Reiterberger – 5° classificato

“Sono molto orgoglioso della gara. La partenza non è stata il massimo, ma al primo giro ero ottavo. I primi tre giri non è stato facile stare con i piloti davanti a me, ma giro dopo giro mi sono sentito sempre meglio. La mia BMW S 1000 RR era veramente a posto oggi, vedevo i piloti davanti e ho cercato di raggiungerli e mi avvicinavo sempre di più. Però ho visto anche che qualcuno di loro commetteva errori e allora mi sono concentrato sull’evitare di sbagliare, e di arrivare fino alla fine: è questa la chiave di lettura del mio quinto posto”.

Alex Lowes – 6° classificato

In questa giornata così difficile per me credo che il sesto posto sia da accettare con il sorriso, anche perchè so bene quanto il potenziale della YZF-R1 sia adeguato per puntare molto più in alto. Dopo tutto è stata la mia prima gara completa dell’anno e mi sembra che abbiamo imboccato la strada giusta. Vedremo di migliorare la moto per gara e capiremo cosa sono in grado di fare.

Sylvain Guintoli – 7° posizione

E’ stata una gara difficile e alla fine il risultato è molto buono per noi, specie considerando l’uscita di traiettoria alla prima curva. Ho rimontato, ero quasi riuscito a riprendere le Ducati quando l’aderenza è calata. E’ stata una gara dura ma sapevamo che ci saremmo trovati a questo punto. Ma ci mettiamo sotto a lavorare allo sviluppo della YZF-R1. E per gara due ci faremo trovare pronti.

Jordi Torres – 8° classificato

“È stata una giornata un po’ difficile perché in Superpole non siamo riusciti a sfruttare la gomma da qualifica nel giro veloce e poi in gara abbiamo avuto un po’ di problemi. Non sono riuscito a trovare la giusta confidenza con la moto e in particolare con la leva del freno, quindi non ho potuto essere costante nella staccata. Ad un certo punto ho commesso un errore e, dato che eravamo tutti vicini, ho perso alcune posizioni. Poi ho provato a modificare il modo in cui frenare e sono riuscito a guadagnare posizioni”.

Alex De Angelis – 9° classificato

Sono molto felice di questo mio ritorno nella top ten, era davvero molto tempo che mancavo. Ottenere questo risultato è una bella emozione anche perché sono ci sono riuscito dopo una bella rimonta. Purtroppo abbiamo avuto un piccolo problema tecnico anche sulla griglia di partenza, con la moto che è andata in protezione. Fortunatamente i meccanici in pochi minuti sono riusciti a risolvere il problema prima del via. Questo inconveniente ha condizionato i miei primi due giri della corsa, dove non ho spinto per vedere come si comportava la moto e per questo ho perso il gruppetto davanti a me. Adesso speriamo di replicare in Gara 2 domani e di ottenere un altro bel risultato anche perché siamo convinti che siamo sulla strada giusta. Stiamo girando sempre più forte e quando il set up sarà perfetto e anche la mia condizione fisica sarà al 100% sono certo che ci toglieremo delle belle soddisfazioni.

Lorenzo Savadori – 10° classificato

La gara è stata molto positiva per me. Siamo riusciti ad accumulare molti dati preziosi in vista della gara di domani e questo mi fa essere molto positivo. La prima top ten della mia carriera in Superbike mi riempie di soddisfazione e per questo devo ringraziare tutto il Team Iodaracing che mi sta aiutando molto. Certo devo ancora migliorare in generale anche perché sul finale della gara la spalla mi dava fastidio e non mi permetteva di spingere con costanza. Il bilancio comunque è per adesso positivo, ma abbiamo molto lavoro da fare in vista di domani, sono certo che l’esperienza di oggi mi aiuterà in Gara2.

Leon Camier – 11° classificato

Siamo stati vittima di un’altra brutta partenza e questo è un aspetto che dobbiamo necessariamente risolvere. In particolar modo, dobbiamo lavorare sulla frizione. Mi ritengo soddisfatto perché abbiamo corso una gara di qualità, facendo degli ottimi sorpassi e recuperando dalla 18° alla 11° posizione finale. Abbiamo fatto un buon lavoro e spero domani di riuscire ad ottenere un risultato ancora migliore.

Xavi Forés – 14° classificato

La gara non è andata così male. Sono contento perché ci è sicuramente servita a raccogliere informazioni utili anche in vista dei prossimi round e sono riuscito a terminare in zona punti. Ovviamente il mio target in questa stagione è ben diverso, ma viste le condizioni del mio dito appena operato, posso essere già soddisfatto di quello che sono riuscito a ottenere oggi. Ringrazio tantissimo tutto il team per la grande fiducia che mi sta dimostrando. Ci vuole pazienza, ma presto saremo anche noi pienamente competitivi!

Davide Giugliano – 18º classificato

Il lato positivo è che abbiamo fatto un passo avanti importante rispetto a ieri, ma continuo a soffrire in frenata ed oggi purtroppo non era possibile stare con i primi. Se non altro, come a Phillip Island, da metà gara in poi sono riuscito ad essere progressivamente più veloce. Resta il rammarico per la caduta, che mi ha un po’ spiazzato, perché alla curva 12 non avevo mai riscontrato problemi. Come l’anno scorso, questa pista si è rivelata ostica per noi, ma faremo il punto della situazione per prenderci la rivincita domani”.

Nicky Hayden – Ritirato

E’ stata una giornata veramente difficile. Non riesco ancora a sfruttare la copertura da qualifica, è chiaro che dobbiamo lavorare molto per risolvere questo problema. Della gara posso dire poco perchè si è rotto un sensore e non è andata come doveva fin da subito. Ci aspetta una lunga notte di lavoro per risolvere tutti i problemi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy