Superbike Test Portimao 2: La Honda incalza Jonathan Rea

Superbike Test Portimao 2: La Honda incalza Jonathan Rea

Leon Camier piomba ad appena 138 millesimi dal Cannibale. Yamaha continua a crescere, occhio a baby Toprak Razgatlioglu

Commenta per primo!
Superbike Test Portimao 2: La Honda incalza Jonathan Rea

Jonathan Rea è un portento ma nella seconda giornata di test Superbike a Portimao (Portogallo) non ha ballato da solo. Il tre volte iridato ha ripetuto quasi al millesimo il tempo del giorno precedente (dieci millesi di differenza…) ma alle sue spalle è piombato uno scatenato Leon Camier, capace di portare la Honda a soli 138 millesimi dal binomio che ha sbaragliato il Mondiale nelle ultime tre stagioni.

GOMME DA TEMPO – In una giornata condizionata dal forte vento e dalle frequenti interruzioni per cadute, risoltesi senza conseguenze per i protagonisti, Camier ha messo le ali alla criticatissima CBR RR battezzando nel migliore dei modi l’elettronica Marelli che ha sostituito la Cosworth messa all’indice dai piloti (in particolare Stefan Bradl) nella deludente stagione scorsa. Leon ha fatto il tempo con gomma ultrasoffice, ma è comunque una prestazione da incorniciare che dà convizione di poter giocare un ruolo di primissimo piano. Anche Alex Lowes è stato velocissimo, arrivando a sua volta a meno di due decimi da Rea.

TOPRAK, COME VA! – La grande sopresa di giornata è venuta  Toprak Razgatlioglu autore di un 5° tempo da incorniciare nella scia di Jonathan Rea che si è calato nei panni di mentore del 20enne turco, tanto da fornirgli anche preziosi consigli su traiettorie, messa e punto e gestione della ZX10R. C’è anche da rilevare che Toprak ha usato la Kawasaki Puccetti ancora senza motore factory, che arriverà solo a Phillip Island per l’apertura del Mondiale. In pratica ha girato con la moto usata in Qatar da Sylvain Guintoli.

DERBY  – L’Aprilia ha chiuso la giornata davanti alla Ducati con Eugene Laverty settimo crono davanti ad un Chaz Davies che pare aver ritrovato una forma fisica decente dopo i problemi accusati nella precedente uscita di Jerez. Il gallese è andato più forte di Marco Melandri. Entrambe le rosse hanno chiuso i collaudi ad un secondo dalla Kawasaki. Questa era l’ultima uscita prima dell’avvio Mondiale in Australia (24-25 febbraio) che sarà preceduto dagli ultimi due giorni di test, sempre a Phillip Island, il 19-20 febbraio.

cover tempi lunedi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy