Superbike: Team Barni e Xavi Forés beffati due volte, Misano è stregata

Superbike: Team Barni e Xavi Forés beffati due volte, Misano è stregata

Xavi Fores fermato da un guasto al quinto giro, mentre era al comando. Era già successo un anno fa

di Redazione Corsedimoto
MISANO ADRIATICO, ITALY - JULY 08: Xavi Fores of Spain and Barni Racing Team leads the field during the Superbike race 2 during the WorldSBK Riviera di Rimini - Race on July 8, 2018 in Misano Adriatico, Italy. (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Nelle corse ci sono storie pazzesche. Prendete Xavi Forés, 32enne spagnolo che corre il Mondiale Superbike con la Ducati del Team Barni. A Misano aveva l’occasione per mettere in scacco gli ufficiali (assai probabile), forse battere perfino Jonathan Rea (difficile, ma possibile). Invece la sua Panigale ha smesso di ruggire in avvicinamento al Tramonto, e addio sogni di gloria. La cosa incredibile è che anche un anno fa, sulla stessa pista, era andata allo stesso modo. Rottura dello scarico mentre guidava la corsa. Due beffe così atroci a distanza di dodici mesi non se le ricorda nessuno (qui cronaca e classifica di gara 2)

Sono davvero dispiaciuto perchè ero partito alla grande ed ero estremamente fiducioso” racconta Xavi, affranto. “Ripetendo il passo del warm up avremmo sicuramente potuto lottare per il podio, purtroppo la mia  gara è finita troppo presto.” Su alcuni particolari tracciati Fores ha resto la vita durissima a Davies e Melandri, e diverse volte è stato anche davanti. “Dopo alcuni round difficili abbiamo ripreso il nostro passo, ci resta almeno questa consolazione”

Ha il morale a terra anche il proprietario del team, Marco Barnabò. “La sfortuna ci ha colpito nello stesso modo dello scorso anno, siamo stati messi fuorigioco per un problema tecnico mentre eravamo in testa. Quando succedono queste cose per me è davvero dura da mandare giù perché facciamo mille sacrifici per mettere il pilota nella condizione di esprimersi al meglio e se non ci riesce perchè succede qualcosa alla moto fa molto male.”

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy