Superbike Qatar Warm Up Chaz è un razzo, Ducati doppietta in vista

Superbike Qatar Warm Up Chaz è un razzo, Ducati doppietta in vista

Il ducatista straccia tutti nel warm up e prenota l’undicesima vittoria. Jonathan Rea con il titolo tasca riuscirà a fermare il Razzo Italiano?

Commenta per primo!

1’57″237 è il tempone che Chaz Davies ha vergato nel deserto nell’antipasto dell’ultima gara della Superbike 2016. Quindici minuti di warm up che il fantastico ducatista si è bevuti tutti d’un fiato, senza mai fermarsi ai box, giusto per verificare la tenuta delle gomme. E chi lo batte un binomio così?

Tanto per ribadire l’attuale supremazia tecnica la Ducati ha piazzato al secondo posto lo spagnolo Xavi Forès, con la Panigale del satellite Team Barni. Il distacco è evidente, oltre sei decimi, ancora più è alto è il passavo incassato dalle Kawasaki di Jonathan Rea e Tom Sykes. Al neo bi-campione del Mondo piacerebbe salutare il 2016 con un successo, ma in questi chiari di luna sperare di battere Davies è un progetto assai ambizioso: sei vittorie nelle ultime sette uscite.

A giudicare dai tempi del warm up sarà una gara 2 simile alla precedente, con la Yamaha pronta ad inserirsi nelle posizioni che contano con un Sylvain Guintoli ieri terzo e di nuovo quinto nel warm up. Si parla di resurrezione Yamaha, ma quale? Il francese ha pagato un secondo esatto a Davies e ieri in gara oltre dieci, cioè 7 decimi al giro. E bisogna considera che Guintoli in Qatar vola: nel 2014 fece il vuoto con l’Aprilia strappando il Mondiale sul filo di lana al solito piazzato Tom Sykes.

Gara 2 parte alle 19 italiane.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy