Superbike Qatar Chaz Davies vince gara 1, Jonathan Rea il secondo Mondiale

Superbike Qatar Chaz Davies vince gara 1, Jonathan Rea il secondo Mondiale

Tutto come da copione: la Rossa conquista il 6° successo in 7 gare, il fantastico nordirlandese festeggia in anticipo il titolo bis. Podio Guintoli.

2 commenti

Jonathan Rea ha conquistato il secondo titolo Mondiale terminando gara 1 dell’ultimo round in Qatar alle spalle dello scatenato Chaz Davies al decimo successo stagionale con la Ducati, il sesto nelle ultime sette gare. Il podio è stato completato dal francese Sylvain Guintoli con una Yamaha uscita finalmente dal limbo.

Un Mondiale, quello di Rea, indirizzato all’alba della stagione: tre succesi nelle prime quattro corse (Australia e Thailandia) e poi un martellare continuo sulle spalle di un Tom Sykes non all’altezza, per il secondo anno di fila, di reggere l’impatto con il più forte compagno di squadra.

Nordirlandese, 29 anni (è nato il 2 febbraio 1987) Jonathan Rea vanta 38 successi e 85 piazzamenti sul podio, ottenuti in 189 corse. Da quando è salito sulla Kawasaki, ad inizio 2015, è sempre stato al comando del Mondiale conquistando con la fantastica Ninja (4 cilindri 1000cc) 23 vittorie (14 anno scorso, 9 in stagione) in 41 corse. Negli ultimi due campionati Rea, al netto di tre ritiri per guasto,  ha mancato il podio solo tre volte: un cammino da fuoriclasse. Rea ha rinnovato con Kawasaki fino al 2018 incluso.

Soltanto la Ducati con il formidabile Chaz Davies di questo finale di stagione è riuscita a rallentare la marcia di JR. Ma la Rossa si era autoelinimata dalla corsa al titolo con il rovescio di metà stagione, in particolare il doppio zero del gallese a Misano (la pista test…) costata la possibilità di giocarsela fino alla fine. Con la vittoria odierna però Davies ha il secondo posto nel mirino, che sarà suo se in gara 2 (domenica alle 19) riuscirà a concedere il bis.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. l.zecchin_417 - 1 mese fa

    Ciao Paolo. buonagiornata
    bene Rea campione e anche abbastanza fortunato visto che Ducati ha raggiunto la competitivita’ necessaria solo a meta’ campionato e cose fatte
    oggi l’armata Bolognese con Davies fa’ paura tanto che hanno comunque superato in vittorie la coppia Kawa Rea il dato si commenta da solo
    per il 2017 saranno tempi duri per KRT e Rea se non applicheranno strozzature regolamentari per limitare il Twin Bolognese ci sara’ da divertirsi, tra l’altro l’inutile regola delle strozzature all’alimentazione è uno dei motivi principali che hanno limitato l’ingresso di altre bicilindriche nel mondiale.. KTM in primis che gia’ corre nel’IDM con buoni risultati e l’accopiata Harley/Porsche che avevano gia’ pronta la moto ma il continuo cambio di regole e la differenza tra campionati nazionali AMA compreso dove si corre con motori Stock e il mondiale con motori race ma condotti chiusi ne ha raffredato gli animi e forse anche gli sponsor…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paolo Gozzi - 1 mese fa

      Salve, in effetti il regolamento del Mondiale Superbike è assai strano: su parecchi componenti (sospensioni, ect) c’è il price cap, ma l’elettronica è libera, mentre in MotoGP è unica. Un casino pazzesco.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy