Superbike Portimao, Prove 1: Jonathan Rea detta subito legge

Superbike Portimao, Prove 1: Jonathan Rea detta subito legge

A Portimao Jonathan Rea distanzia i suoi avversari già nelle FP1 ma finalmente emerge la MV Agusta con Jordi Torres (2°). 7° Marco Melandri.

di Alessandro Palma

Dopo la lunghissima pausa estiva, il Mondiale Superbike è tornato in azione a Portimao per il primo degli ultimi quattro round stagionali e nelle prime prove libere troviamo nuovamente al comando il vero e proprio “cannibale” del campionato: Jonathan Rea.

Il tre volte Campione del Mondo si è portato davanti a tutti nelle fasi iniziali con un giro in 1’42.435 e poco dopo ha consolidato la sua leadership col tempo di 1’42.106, messo a segno prima di rientrare ai box. Tornato in pista a circa metà dei 40 minuti a disposizione, il nordirlandese ha limato qualche centesimo al suo miglior tempo girando in 1’42.069, per poi infierire ulteriormente sui suoi avversari con un supertempo finale di 1’41.817. Rea ha ribadito ancora una volta il suo obiettivo per questo weekend (vincere entrambe le gare in programma, come accaduto esattamente un anno fa) e fermarlo, quanto pare, sarà davvero difficile…

Dietro Rea, si è finalmente fatta vedere nelle prime posizioni la MV Agusta di Jordi Torres. Il pilota spagnolo, uno dei tanti alla ricerca di una sistemazione per il 2019, è emerso nel finale con un paio di ottimi giri e alla fine si è portato in seconda posizione col tempo di 1’42.333, scavalcando così un Tom Sykes scivolato al terzo posto solo dopo l’assalto di Torres. Per il quasi ex-Kawasaki un miglior giro in 1’42.650 davanti a Xavi Forés (vittima di un problema tecnico nelle fasi iniziali della sessione) e a Michael van der Mark.

Marco Melandri ha fatto segnare il settimo tempo dietro a Eugene Laverty e davanti ad Alex Lowes (che compie 28 anni) e al duo Red Bull Honda Leon CamierJake Gagne. Il ravennate, “separato in casa” dopo l’annuncio dell’arrivo di Alvaro Bautista per il 2019 (e le dichiazioni rilasciate in seguito) è stato il migliore del trio Aruba.it Racing – Ducati, mentre Chaz Davies (ancora convalescente per l’infortunio alla spalla destra) è 13° davanti a Lorenzo Savadori e Michael Ruben Rinaldi. Da segnalare l’ultimo tempo di Jakub Smrz, al rientro in Superbike con la Yamaha del team Guandalini Racing.

Ecco la classifica completa:

Captura

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy