Superbike Phillip Island: Clamoroso, gara2 con il flag-to-flag obbligatorio

Superbike Phillip Island: Clamoroso, gara2 con il flag-to-flag obbligatorio

Causa i problemi accusati dagli pneumatici i piloti dovranno cambiare gomme a metà distanza. Stessa procedura per la Supersport, salvo che piova

di Paolo Gozzi, @paologozzi1

Clamoroso: per la prima volta in 30 anni di storia nel Mondiale Superbike verrà introdotta la procedura flag-to-flag per cambio gomma obbligatorio.  Cioè durante gara 2 (domenica ore 15 locali, le 5 del mattino in Italia) i piloti dovranno fermarsi ai box per cambiare il pneumatico posteriore. La procedura è stata annunciata dal promoter Dorna causa i problemi di tenuta accusati dalle gomme del monofornitore Pirelli durante la prima corsa disputata oggi e vinta da Marco Melandri (qui la cronaca di gara 1)

COSA SUCCEDERA’ – I piloti dovranno rientrare obbligatoriamente al box per il cambio gomme al 10°, 11° o 12° giro. La distanza totale resta fissata in 22 giri. Il flag-to-flag è già previsto nelle norme Superbike, ma finora era stato applicato solo in caso di variazione delle condizioni della pista. Se dovesse piovere, non ci sarà questo obbligo: le gomme da bagnato infatti non hanno registrato alcun problema di durata. Anche la Supersport si correrà in regime di flag-to-flag, nella gara che era già stata accorciata di due tornate per gli stessi problemi di eccessiva usura delle gomme Pirelli.

LA SPIEGAZIONE –Purtroppo in questo week end si stanno registrando problemi di durata delle gomme, abbiamo riunito tutti i team e tra le varie opzioni abbiamo scelto il flag-to-flag, al quale le squadre sono già abituate” ha spiato il direttore sportivo Dorna, Gregorio Lavilla. Tra l’altro in gara2 ci sarà anche la solita variabile della griglia di partenza rovesciata, con Marco Melandri che dovrà scattare dalla nona casella, con accanto Tom Sykes e Chaz Davies. Essendo arrivato quinto, Jonathan Rea invece guadagna la prima fila d’ufficio.

PRECEDENTE – C’è un precedente in MotoGP che risale al 2013 quando, sempre a Phillip Island, venne deciso di imporre il cambio di gomme obbligatorio al 13° giro causa il rischio di cedimenti del materiale portato dal monofornitore Bridgestone.

Superbike Phillip Island Gara 1, Marco Melandri che colpo!

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy