Superbike Misano, Prove 3: Lorenzo Savadori e Aprilia, venerdi da leoni

Superbike Misano, Prove 3: Lorenzo Savadori e Aprilia, venerdi da leoni

La pioggia congela i tempi, nella terza sessione non si è praticamente girato. Dietro al cesenate c’è il compagno Eugene Laverty, stavolta Jonathan Rea insegue

di Paolo Gozzi, @paologozzi1
Lorenzo Savadori

Non se lo aspettava nessuno un colpaccio così: due Aprilia davanti a tutti e il lampo italiano (anzi: romagnolo) di Lorenzo Savadori. La Superbike a Misano offre un venerdi da leoni, promettendo ulteriori sorprese ed emozioni nel nono round Mondiale meno scontato di quanto si poteva immaginare. Stavolta infatti il vinci-tutto Jonathan Rea è costretto all’inseguimento: la pioggia ha praticamente mandato in fumo la terza e conclusiva sessione di giornata, congelando i tempi con il campione del Mondo relegato al terzo posto. Sul tracciato dove ha vinto 29 volte in 50 gare la Ducati invece cilecca: Marco Melandri chiude settimo, Chaz Davies appena nono. E non ci sarà tanto tempo per recuperare, perchè sabato alle 13 scatta gara 1, preceduta da una breve quarta sessione (appena 20 minuti) e dallla Superpole (ore 10.30) che definirà lo schieramento (Concorso: indovina chi vince a Misano e vinci anche tu)

SUPER APRILIA – La marca di Noale è uscita ufficialmente dalla Superbike nel 2014 e da due anni affida in gestione la RSV4 alla formazione britannica SMR (Shaun Muir Racing) che paga fornitura tecnica ed assistenza. I risultati finora sono stati inferiori alle attese “anche perchè il cambio  regolamentare ci ha privato di parecchi giri motore, costringendoci ad una modifica radicale del carattere della moto” spiega il direttore di Aprilia Racing, Romano Albesiano. Nel precedente round di Laguna Seca (California) Aprilia è andata sul terzo gradino del podio con l’irlandese Eugene Laverty e i recenti risultati potrebbero incidere sulle trattative in corso fra team e Costruttore: gli inglesi vorrebbero continuare la partnership a costo zero, l’Aprilia non ci sta. “Ne stiamo parlando, c’è buona volontà di continuare da entrambe le parti.” Intanto però SMR ha “liberato” sia Savadori che Laverty (“Il mercato piloti è partito, non vogliamo tenere bloccati i due piloti prima di avere garanzie tecniche” chiarisce il proprietario il proprietario Shaun Muir) e strizza l’occhio alla BMW. Il britannico Tom Sykes, ex iridato 2013, appiedato da Kawasaki si è offerto.

BAGNATO – L’ultima sessione di giornata è partita sotto un cielo plumbeo e una lieve pioggerellina. Sono scesi in pista per qualche giro d’assaggio solo Jordi Torres con la MV Agusta e l’olandese Michael van der Mark, con la Yamaha. Sabato e domenica splenderà il sole, per cui tutti gli altri hanno preferito non prendere rischi. E Lorenzo Savadori, almeno per una notte, se la gode…

Superbike Misano: Gli orari in pista e in TV

Foto: Marco Lanfranchi

cover fp3

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy