Superbike Malesia Superpole Tom Sykes piccona il record!

Superbike Malesia Superpole Tom Sykes piccona il record!

Il britannico centra la 34° Superpole distruggendo primato e avversari. In prima fila anche Lowes e Rea. La Ducati 5°, Lorenzo Savadori scende in 7°

Commenta per primo!

Tom Sykes è sempre stato specialista del giro tutto-o-niente ma quello che ha fatto nella Superpole in Malesia è straordinario. Prima è riemerso dalla tagliola pre-qualifica, girando fortissimo anche sulla pista umida. Poi, al momento deciso, ha stupito con effetti speciali scendendo fino a 2’02″256, sette  (avete letto bene: sette!) decimi di vantaggio su Alex Lowes e sul compagno  Jonathan Rea.

PRIMATI – Per Mr. Superpole si tratta del 34° centro in qualifica, il 4° della stagione. Nella classifica degli specialisti Sykes ha davanti soltanto l’australianoTroy Corser, a quota 43: di questo passo sarà una formalità diventare il migliore di sempre. La Kawasaki festeggia la 56° pole. Benissimo, sul giro secco, la Yamaha orfana di Sylvain Guintoli fermato dai postumi del brutto high side di Imola. Alex Lowes si è superato, ma per battere Tom-il-Matto servirebbe un marziano…

DUCATI – Sarà una gara difficile per la Rossa con Chaz Davies costretto a partire in seconda fila (5° tempo) e Davide Giugliano appena ottavo. Davanti al romano c’è anche l’Aprilia di Lorenzo Savadori che aveva preso il “gancio” di Rea ma ha perso troppo nell’ultimo settore. Il 22enne cesenate con supersoffice ha limato appena tre decimi, Sykes rispetto al complicato venerdì ha migliorato di 2″5.

PIOGGIA? – Gara 1 scatta alle 10, ora italiana, le 16 locali. Il meteo annuncia forte possibilità di temporali, quindi si parte tra mille incognite: pioggia, nuovo asfalto, gran caldo e forte umidità. “Il giro secco non conta niente, ho un gran ritmo e sono convinto che il risultato della gara sarà assai diverso” ha minacciato Rea dopo la Superpole.

05:30 Prove libere 3

Pista asciutta ma cielo minaccioso nella mattinata malese per i quindici minuti delle terze libere. Tornano alla ribalta i vecchi draghi con la Kawasaki sugli scudi: Tom Sykes è stato velocissimo, 2’03″961, Jonathan Rea incalza a soli 97 millesimi. Il campione del Mondo si è anche infilato nel box per provare il cambio moto, un’eventualità tutt’altro che da scartare visto che il meteo annuncia forti temporali prima e durante l’orario di partenza, le 16 locali (10 italiane).

Dopo un venerdì assai complicato risale la corrente Chaz Davies, quarto tempo ma comuque con un secondo di ritardo dalle Kawasaki. Qui lo scorso anno la Panigale era andata fortissimo (1-1 contro Rea) ma l’asfalto nuovo ha sovvertito i valori e mandato un po’ in crisi il gallese reduce dal trionfo di Imola. Sulla strada della Ducati c’è anche l’ombra minacciosa della Honda di Nicky Hayden, assai veloce e consistente su questo tracciato MotoGP che l’ex iridato 2006 conosce assai bene.

Davide Giugliano non decolla, ottavo, e rientra nei ranghi Lorenzo Savadori primatista del venerdì stavolta appena 14° a quasi tre secondi da Sykes.

Questi gli orari e collegamenti TV previsti nella giornata di sabato 14 maggio:

07:30-07:45 Superbike Superpole 1 (diretta Italia 2)

07:55-08:10 Superbike Superpole 2 (diretta Italia 2)

08:30-08:45 Supersport Superpole 1 (diretta Italia 2)

8:55-09:10  Supersport Superpole 2 (diretta Italia 2)

10:00 Superbike gara 1 (16 giri, km. 88,688) diretta Italia 1 ed Eurosport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy