Superbike Lausitzring Prove 2 Lorenzo Savadori al vertice con Aprilia

Superbike Lausitzring Prove 2 Lorenzo Savadori al vertice con Aprilia

Il 23enne di Cesena svetta nella combinata del venerdi precedendo il coetaneo Markus Reiterberger pupillo BMW: tira aria di novità in Superbike

Commenta per primo!

Soffia vento di gioventù sulla Superbike al rientro dopo il folle black out estivo. Lorenzo Savadori, 23 anni, ha portato l’Aprilia Iodaracing in vetta alla classifica con 1’37”449, incalzato dal tedesco Markus Reinterberger, 22, promessa lanciata dalla BMW in affido al team laziale Althea.

E’ stato una seconda ora scoppiettante, aperta dalla scivolata (senza danni fisici) per il britannico Alex Lowes. Il pilota Yamaha Pata stava girando molto forte, fino a portarsi alle calcagna del poleman del mattino Jordi Torres, quando è scivolato distruggendo la YZF-R1. Niente più giri per lui e sconsolata ottava posizione nel riepilogo di giornata. Lorenzo Savadori invece è spuntato al momento giusto, a due minuti dalla fine ha preso il riferimento giusto (Torres) ed ha portato la marca di Noale in vetta alla classifica, com’era già successo (sempre il venerdi) in Malesia.

Reiterberg sta sfruttando la perfetta conoscenza del Lausitzring che per lui è stato terra di conquista nelle trionfali stagioni nell’IDM, il campionato tedesco vinto due volte. La BMW, qui presente con tutto il vertice del settore moto, sta sognando un week end di fuoco con il 22enne che sfoggia un vistoso scudetto bavarese sul casco, omaggio per le celebrazioni dell’Ocktoberfest.

Si è sveglia anche la Kawasaki, che qui non ha fatto test e quindi è partita ad handicap. Tom Sykes è salito al terzo posto, a 109 millesimi dalla vetta, mentre Jonathan Rea è solo undicesimo, a poco più di mezzo secondo. Un distacco che non sorprende considerato che il leader del Mondiale ha, come al solito, lavorato per la distanza di gara. Con il compagno rivale tornato a -46 punti però dovrà darsi una bella mossa nella Superpole di sabato mattina. Anche perchè i tempi sono serrati, con i primi dieci racchiusi in quattro decimi.

La Ducati ruggisce con Chaz Davies, quarto, mentre Davide Giugliano ancora in cerca di sistemazione 2017 è solo tredicesimo. Bel rientro per Sylvan Guintoli, sesto: il francese non corre da aprile per il serio infortunio in Superpole a Imola.

Sabato, alle 13, la prima resa conta. La Superbike è rimasta ferma a lungo ma adesso corre veloce.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy