Superbike Laguna Seca: Marco Melandri “Vado forte, Superpole determinante

Superbike Laguna Seca: Marco Melandri “Vado forte, Superpole determinante

L’italiano più veloce di Davies nella FP2, con la pista caldissima. Il gallese ha dolore alla schiena “ma con una bella dormita passerà”

Superbike a Laguna Seca, Marco Melandri velocissimo nella FP2 con l’asfalto a 52°C,  fa sognare la Ducati che qui ha vinto più di ogni altra marca: 12 centri, in 28 gare.   Qui cronaca e classifica della seconda sessione.

È sempre bello essere qui a Laguna Seca, è una pista incredibile” dice Marco Melandri. “Al mattino abbiamo faticato un po’ perché la superficie dell’asfalto non è perfettamente regolare ed anche perché si trattava della mia prima volta qui con Ducati e ho dovuto imparare ad usare il cambio in maniera diversa da quella a cui mi ero abituato in passato. La squadra però ha fatto ancora una volta un grande lavoro e mi ha dato una moto che mi ha permesso di guidare con maggior confidenza sull’anteriore durante la FP2, ed abbiamo migliorato i nostri tempi sul giro. Dobbiamo solo fare un altro passo avanti in vista della Superpole, che sarà molto importante perché qui è difficile sorpassare, e migliorare l’usura delle gomme per gli ultimi giri della gara, ma siamo vicini e sono fiducioso. Se riusciremo ad essere costanti, potremo ottenere dei bei risultati”.

Chaz Davies ha impressionato nella FP1 arrivando ad un soffio dal primato della pista, al rientro dall’infortunio di Misano e senza allenamento. Un campione bionico. “Il mio intento era semplicemente quello di trovare progressivamente un buon ritmo, ma le sensazioni in sella sono state buone fin da subito e siamo partiti con il piede giusto. Con temperature dell’asfalto più alte, come nella FP2, credo che ci resti ancora un po’ di lavoro da fare, ma in generale il bilancio di questa prima giornata è positivo. È davvero divertente correre qui a Laguna. Dobbiamo migliorare il grip al posteriore, sia in ingresso che in uscita di curva. Quello di oggi è stato il primo ‘test’ per la mia schiena dopo Misano, e tutto mi è parso normale a parte un po’ di dolore con il passare dei giri. Spero che una buona dormita mi permetta di recuperare le energie. Affronteremo il weekend un passo alla volta e poi tireremo le somme”.

Foto: DIEGO DE COL

Superbike Laguna Seca Prove 2 Cronaca e classifica

Superbike Laguna Seca Il futuro è elettrico?

Superbike Laguna Seca Tutti gli orari in pista e TV

Superbike Laguna Seca Marco Melandri omaggia l’America

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy