Superbike, Laguna Seca: Eugene Laverty riporta l’Aprilia sul podio

Superbike, Laguna Seca: Eugene Laverty riporta l’Aprilia sul podio

Il round di Laguna Seca si chiude con un grande risultato per Laverty e Milwaukee Aprilia, terzi in Gara 2. Deluso Savadori, caduto dopo pochi giri.

di Redazione Corsedimoto

Alla fine di Gara 2 a Laguna Seca arriva un grande risultato per Milwaukee Aprilia, che festeggia così il primo piazzamento sul podio nel Mondiale Superbike. Si tratta di un gran ritorno invece per Eugene Laverty (out ad Aragón, Assen e Imola dopo lo spaventoso incidente al Buriram e la conseguente frattura del bacino), che dal 2014 non riusciva a conquistare la top 3 in gara e che, 1° in griglia in Gara 2, è riuscito a mantenere un buon ritmo per tutta la gara, cedendo solo a Rea e Davies. L’altra parte del team però non può sorridere: Lorenzo Savadori, scattato dalla decima casella in griglia, sembrava partito bene, ma dopo appena sette giri una caduta al Cavatappi ha chiuso anzitempo la sua gara.

“Il risultato è stato eccezionale” ha dichiarato alla fine di Gara 2 Eugene Laverty. “Mi ha ricordato un po’ il round di Phillip Island, lì eravamo veloci. I primi giri sono andati come da programma, dovevo essere cauto e cercare di mantenere la testa della corsa. Quando questa moto ha un buon livello di grip è eccezionale, quindi ho guidato al 90% nella prima parte di gara, per poi iniziare a spingere. Ho gestito il mio ritmo al meglio, sono stato superato da Rea e Davies, ma mi sono sentito bene e ho cercato solo di mantenere la terza posizione. Sabato è stata una buona giornata, ma domenica è stata ancora meglio e sono contento di aver risolto tutti i problemi.”

Come detto, si chiude in maniera deludente il fine settimana a Laguna Seca di Lorenzo Savadori, ritirato dopo pochi giri per un incidente. “Onestamente non so cosa sia successo” ha dichiarato il pilota di Cesena. “Abbiamo avuto un nuovo problema con il serbatoio pieno ed il grip posteriore, ho cercato di spingere ma per qualche ragione non sono riuscito a controllare la moto. Mi dispiace davvero tanto per la squadra, avremmo potuto prendere qualche altro punto e per questo sono molto deluso. Sono contento però per il primo podio della squadra e per Eugene, si tratta di un grande risultato per lui.” Ora testa a Misano: “Non vedo l’ora di guidare davanti al mio pubblico, possiamo fare bene.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy