Superbike Imola, Prove 1: Tre Ducati inseguono Jonathan Rea

Superbike Imola, Prove 1: Tre Ducati inseguono Jonathan Rea

Il Campione del Mondo realizza il miglior tempo davanti a Davies, Melandri e Fores. Decimo Leon Haslam

di Redazione Corsedimoto

Superbike a Imola, Jonatha Rea è stato il più veloce nella prima delle tre sessioni (40 minuti ciascuna) in programma oggi, tutte valide per guadagnarsi i primi dieci posti che danno accesso alla Superpole 2. Il tre volte iridato precede le Ducati di Chaz Davies, Marco Melandri e Xavi Fores. (Imola, qui gli orari in pista e in TV)

POKER – Rea ha già vinto quattro volte a Imola, due con Honda (2014) e l’anno dopo con Kawasaki. E’ lo stesso bottino di Chaz Davies che è imbattuto da quattro corse (doppiette 2016 e 2017): la classifica mattutina già lascia intravedere il grande duello che animerà il week end, e che vale anche preziosissimi punti iridati: il pupillo Kawasaki guida con 30 punti su Davies. Velocissimo fin dalle prime battute, Jonathan Rea ha concluso la sessione stampando un ottimo 1’46″951 rispondendo a Davies che gli aveva strappato per qualche minuto il primato di sessione. Marco Melandri, qui mai vittorioso, è terzo e a dimostrazione del potenziale della Panigale V2 su questo tracciato c’è anche la bella prestazione di Xavi Fores, quarto. Dietro il quartetto di testa l’altra Kawasaki di Tom Sykes, che ha beccato un secondo dal compagno Rea, e la Yamaha di Michael van der Mark. Scivolata senza danni fisici per Alex Lowes, la cui Yamaha è andata semidistrutta.

HASLAM DECIMO – Attesissimo il ritorno di Leon Haslam nel Mondiale. Il leader del British Superbike ha preso contatto con la Kawasaki del team Puccetti (nella foto d’apertura) che ha un’elettronica molto diversa dalla ZX-10R che il figlio d’arte guida nel BSB, senza alcuna assistenza elettronica. Per iniziare Leon è decimo.

RECUPERATI – Hanno girato regolarmente gli ex convalescenti: Eugene Laverty al rientro sull’Aprilia Milwaukee ha siglato il nono tempo, Leon Camier è 12° ed ha compiuto dodici giri, prima di incappare in una scivolata alla Variante Bassa.  Il britannico dovrà passare un secondo controllo medico, dopo quello sostenuto giovedi pomeriggio, per avere via libera definitivo. La seconda sessione è in programma alle 12:30.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy