Superbike Imola Chaz Davies contro Jonathan Rea, ora è scontro vero

Superbike Imola Chaz Davies contro Jonathan Rea, ora è scontro vero

Superbike Imola Chaz Davies contro Jonathan Rea, ora è scontro vero La rivalità rinfocolata dal fattaccio in Superpole ad Assen “E’ forte ma non deve giocare sporco”

Commenta per primo!

La Superbike arriva a Imola con una situazione di classifica già chiara dopo appena quattro round, un quarto del cammino: Jonathan Rea e la Kawasaki sono in volo verso il terzo Mondiale di fila. Ma in pista farà caldissimo perchè il rivale Chaz Davies ha infiammato la vigilia della gara di casa Ducati con un post al veleno contro il rivale: “Sei forte, ma non devi giocare sporco”.

Il 30enne gallese allude al fattacco avvenuto nella Superpole di Assen quando Rea, dopo aver siglato un tempo strepitoso, addirittura sotto il record in gara MotoGP di Marc Marquez, aveva compiuto il giro di rallentamento in piena traiettoria disturbando il tentativo del rivale piombato sulla coda a tutta velocità. “Ho buoni motivi per pensare che lo abbia fatto apposta” ha accusato Davies senza mezzi termini. La Direzione Gara l’aveva pensata più o meno allo stesso modo retrocedendo Rea in seconda fila e assegnando la pole a tavolino all’altra Kawasaki di Tom Sykes.

Davies è carico come una molla “perchè Imola è la gara più bella dell’anno, ci saranno tantissimi Ducatisti e vogliamo festeggiare insieme qualcosa di bello.” Come un anno fa, quando Chaz fece la differenza precedendo due volte, nettamente, Jonathan Rea. Un’eventuale doppietta permetterebbe alla Ducati di raddrizzare un Mondiale che pare già andato: Rea ha 84 punti di vantaggio su Davies, addirittura 98 su Marco Melandri che con l’altra Panigale punta ad essere terzo incomodo nelle due manche imolesi che si corrono sabato e domenica alle 13.

Rea però non ci sta. Imola è uno dei suoi tracciati preferiti, qui ha già vinto cinque volte, anche ai tempi della Honda che non era certo un fulmine di guerra come l’attuale Kawasaki. “Il campionato si è messo bene ma io non guardo il punteggio, scendo ogni volta in pista per attaccare e sono convinto che anche ad Imola andremo molto forte” avverte. Sui fatti di Assen Jonathan glissa: “Ho rivisto bene le immagini, ho sbagliato e chiesto scusa, mi pare sufficiente. C’è chi vuole fare polemica a tutti i costi, io penso solo a vincere.

La caduta in gara 2 ad Assen ha un un po’ offuscato il buon momento di Marco Melandri, salito cinque volte (su otto) in quest’inizio di avventura Ducati dopo diciotto mesi di stop. “Imola mi piace molto, sono convinto di poter fare una buona gara e sono soddisfatto di come stiamo andando, possiamo solo migliorare” confida il 34enne della vicinissima Ravenna. I suoi precedenti a Imola, con Yamaha, BMW e Aprilia però non brillano: in otto gare il miglior risultato è stato quarto all’arrivo e quinto in qualifica.

Giovedi è giornata di paddock aperto, gratis, dalle 14 in poi. Venerdi le prime sessioni di prova, da un’ora ciascuna, alle 9:45 e 14:30. Sabato sarà già l’ora della verità.

CLASSIFICA MONDIALE dopo 4 round su 13: 1. Rea (GB-Kawasaki) punti 195; 2. Sykes (GB-Kawasaki) 131; 3. Davies (GB-Ducati) 111; 4. Melandri (Ita-Ducati) 97; 5. Lowes A. (GB-Yamaha) 76; 6. van der Mark 62 (Ola-Yamaha); 7. Fores 60 (Spa-Ducati) ; 8. Torres (Spa-BMW) 57; 9. Camier (GB-MV Agusta) 54; 10. Laverty (Irl-Aprilia) 46; 11. Hadyen (Usa-Honda) 36; 12. Bradl (Ger-Honda) 35. COSTRUTTORI: 1. Kawasaki punti 195; 2. Ducati 153, 3. Yamaha 87; 4. BMW 63; 5. Aprilia 55; 6. MV Agusta 53; 7. Honda 50.

Qui Guida completa con orari in pista e in TV

L’accusa di Davies contro Rea “Non giocare sporco”

Foto: DIEGO DE COL 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy