Superbike Eugene Laverty torna nel Mondiale con l’Aprilia!

Superbike Eugene Laverty torna nel Mondiale con l’Aprilia!

L’irlandese correrà con la RSV RF gestita dal team Milwaukee. Farà coppia con Lorenzo Savadori?

3 commenti

Grandi manovre nel Mondiale Superbike. Eugene Laverty ha appena confermato che tornerà al vecchio amore, l’Aprilia RSV4 RF con la quale ha gareggiato nel 2013 conquistando nove vittorie e sfiorando il titolo.

Eugene Laverty con Aprilia nel 2013 l'anno migliore
Eugene Laverty con Aprilia nel 2013 l’anno migliore

Laverty sarà il pilota di punta del team britannico Milwaukee che da tempo aveva raggiunto l’accordo per la gestione delle Aprilia. La formazione di Shaun Muir lascia la BMW con cui sta disputando questa stagione con Joshua Brookes e il ceco Karl Abraham.

30 anni compiuti nel giugno scorso, Eugene ha gareggiato in Superbike per quattro anni, con tre Marche diverse, vincendo con tutte: due successi con Yamaha nel 2011, dieci in totale con Aprilia nel biennio 2012-13 e uno con Suzuki nel 2014, prima di migrare in MotoGP. L’annata migliore è stata il 2013, proprio da ufficiale Aprilia: nove successi e secondo posto finale dietro Tom Sykes.

cover savaLaverty ha annunciato l’addio alla MotoGP proprio dopo aver colto uno dei migliori piazzamenti, sesto domenica scorsa a Brno con la Ducati GP14.2 (cioè di due generazioni fa…)  del team Aspar. In Argentina (con tanti ritiri eccellenti) era finito quarto.  In Superbike invece disporrà di un pacchetto competitivo:  Aprilia infatti fornirà pieno appoggio tecnico alla struttura britannica.

Anche se manca ancora l’annuncio ufficiale è abbastanza probabile che il  team Milwaukee possa schierare anche Lorenzo Savadori, rivelazione della Superbike 2016 e pupillo del Gruppo Piaggio. Proprio in queste ore il 23enne cesanate è a Mumbai, in  India,  per una serie di iniziative promozionali dell’azienda (nella foto). Laverty-Savadori, una coppia da sogno per riportare Aprilia tra i protagonisti della Superbike. I piani potrebbero cambiare se Iodaracing, attualmente impegnata con la marca di Noale e i piloti Savadori e De Angelis, rinnovasse a sua volta l’accordo. In quel caso Lorenzo potrebbe restare alla corte di Giampiero Sacchi e in Milwaukee si libererebbe il posto per la conferma di Karel Abraham.

Se Iodaracing non rinnoverà (o meglio: se Aprilia deciderà di puntare tutti gli sforzi su una sola squadra) per Sacchi si spalancheranno le porte BMW da adesso orfana della struttura britannica.

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. redmax - 5 mesi fa

    Paolo ti devo correggere, il miglior piazzamento di Eugene Laverty in MotoGP è stato il 4° posto al GP di Argentina sempre quest’anno, che con la GP14.2 – ritiri di alcuni big a parte – è comunque tanta roba!
    Secondo me meritava di restare “di là”, per lungo tempo nella top ten e spesso uno dei migliori ducatisti…ma avrà fatto le sue valutazioni per rientrare con Aprilia in SBK…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paolo Gozzi - 5 mesi fa

      Salve, Grazie l’Argentina con tutti quei ritiri ha sballato tutte le statistiche :-) Sono d’accordo con la tua valutazione, Eugene è un signor pilota. Ma “di là” aveva una moto vecchia di due anni, “di qua” avrà l’Aprilia (una moto ancora top), il supporto di un bel team, di un mega sponsor e sarà strategico per le attività promozionali Gruppo Piaggio. Se ci pensi, non c’è paragone. Non è vecchio, ha 30 anni: c’è margine per fare un paio d’anni “di qua” e tornare con altre prerogative “di là”. Per la Superbike è un grandissimo ritorno, in MotoGP la sua assenza non si avvertirà: il motociclismo, nel complesso, ci guadagna. Saluti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Sbulbor - 5 mesi fa

    ma non c’è proprio spazio in aprilia Ioda o satellite per qualche pilota italiano che sta facendo bene in Superstock?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy