Superbike: Eugene Laverty avrà la Ducati V4 R Factory?

Superbike: Eugene Laverty avrà la Ducati V4 R Factory?

L’irlandese dovrà aspettare fine gennaio per debuttare sulla V4 R di Go Eleven. Se tutto va bene avrà la versione ufficiale

di Paolo Gozzi, @paologozzi1
Eugene Laverty e Pippa Morson

Eugene Laverty non era a Jerez ma ha seguito con grande interesse i collaudi che Ducati ha svolto insieme agli altri top team della Superbike 2019 (qui tutti i tempi) Anche se Jonathan Rea e Kawasaki restano il binomio da battere, i riscontri di Alvaro Bautista (al debutto assoluto) e Chaz Davies hanno stampato il sorriso sulla faccia del pilota irlandese ingaggiato dalla italiana Go Eleven. Laverty comincerà a girare a fine gennaio, nelle due tappe di collaudo previste a Jerez e Portimao.

Dovrò aspettare ancora un pò prima di poter scendere in pista ma sono felice che siano andati forte, la Ducati sta crescendo bene e non vedo l’ora di provarla. L’entusiasmo deriva anche dal fatto che una delle moto di Chaz e Alvaro finirà nel mio box” rivela  l’ex pilota Aprilia. Il direttore sportivo di Go Eleven, l’ex pilota Denis Sacchetti, era in Spagna proprio per definire con Ducati Corse i dettagli iperativi. Ma ancora la situazione non è chiara, e lo spiega direttamente il gran capo Luigi Dall’Igna.

Laverty è un pilota di grande valore, e anche un amico (hanno lavorato insieme in Aprilia, ndr) ma ancora non abbiamo stabilito che tipo di fornitura avrà. Dipenderà dall’impegno economico del team.” In parole pià povere, è una mera questione di soldi: Go Eleven è una struttura seria, ma gestire la Panigale V4 R avrà  costi molto alti.  L’operazione si è conclusa in pochissimi giorni, e comporta un sostanziale aumento di budget rispetto al programma che la stessa squadra ha concluso nella passata stagione  con Kawasaki clienti e un pilota di seconda schiera come Roman Ramos. La speranza è che le varie caselle vadano a posto velocemente.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Katana05 - 3 settimane fa

    Speriamo che la cosa vada in porto. Laverty è certamente uno di quei pochi che una moto deve averla.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy