Superbike Donington Prime libere nel segno di Tom Sykes

Superbike Donington Prime libere nel segno di Tom Sykes

Tom Sykes comanda la prima sessione di prove della Superbike a Donington Park, a seguire figurano Davide Giugliano, Jonathan Rea e Chaz Davies.

Commenta per primo!

Sulla “sua” pista dove ha monopolizzato la scena nel precedente triennio con una triplice… doppietta, Tom Sykes inaugura il fine settimana del Mondiale Superbike a Donington Park staccando il miglior riferimento cronometrico nella prima sessione di prove libere. Balzato sin dall’avvio in cima al monitor dei tempi, al termine di una FP1 inframezzata da una bandiera rossa (conseguenza di una caduta della wild card Matthieu Lussiana) il Campione del Mondo 2013 ha condotto la Kawasaki Ninja ZX-10R #66 al comando delle operazioni grazie al best lap di 1’28″554, sufficiente per regolare di un paio di decimi Davide Giugliano (2° a 0″209) ed il suo compagno di squadra Jonathan Rea (3° a 0″239). Comprensibilmente distante dal primato sul giro in gara dello scorso anno di 1’27″640, ‘The Grinner‘ ha momentaneamente fatto la differenza soprattutto al T2 e T3 di Donington Park trovando il modo di rispondere agli attacchi finali di un convincente Giugliano e di Rea, insieme a Chaz Davies (4° a 0″317) poker di testa racchiuso in 317 millesimi e sceso sotto il muro dell’1’29”.

Primo sopra questo riferimento è un acciaccato Alex Lowes, ma stringendo i denti il Campione 2013 del British Superbike con la R1 di Pata Yamaha Crescent ha staccato il quinto crono con la gran sessione per i piloti d’oltremanica (cinque ai primi sei posti) suggellata dal sesto tempo di Leon Camier, velocissimo con la MV Agusta F4. Nel novero dei piloti attualmente qualificatisi per la decisiva Superpole-2 c’è spazio anche per il rientrante Roman Ramos, già settimo su Kawasaki GoEleven, poco meglio rispetto al vincitore di Gara 2 a Sepang Nicky Hayden (8°), al nostro Lorenzo Savadori (9° con la prima Aprilia Ioda) e Xavi Fores, decimo su Ducati Barni.

Di un soffio sfuma provvisoriamente la top-10 per Alex De Angelis, undicesimo e seguito nell’ordine da Jordi Torres (Althea BMW, 12°), Karel Abraham (Milwaukee BMW, 13°) con Luca Scassa 14° con la Ducati del VFT Racing orfana dell’infortunato Fabio Menghi. Turno completamente da dimenticare per Michael van der Mark, addirittura diciottesimo in un limbo che vede anche Joshua Brookes (soltanto 19°), preceduti da Anthony West (16° e scivolato nel finale) e dal Campione MotoAmerica Superbike in carica Cameron Beaubier, 17° a 1″6 dalla vetta in questo suo debutto nel World Superbike in sostituzione dell’infortunato Sylvain Guintoli in Pata Yamaha. Alle 13:30 locali, le 14:30 italiane, la seconda sessione di prove libere, decisiva per determinare i 10 piloti ammessi direttamente alla Superpole-2.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy