Superbike Donington: Chaz Davies, sarà la volta buona?

Superbike Donington: Chaz Davies, sarà la volta buona?

Il gallese non ha mai vinto su questo tracciato. Marco Melandri, primo nel 2012 con BMW, è stato l’ultimo non britannico a farcela

di Redazione Corsedimoto
Chaz Davies

Chaz Davies ha  già 47 punti di ritardo dal capofila Superbike Jonathan Rea e nel week end ci vorrà un extra sforzo per non perdere ulteriore terreno su un tracciato come Donington dove il gallese della Aruba.it Racing Ducati non ha mai vinto. Il più immediato inseguitore di Rea dovrà guardarsi anche dal “fuoco amico”: Marco Melandri infatti è stato spesso molto veloce sul  saliscendi dell’East Midlands ed è anche l’ultimo pilota non britannico ad averci vinto, in gara 1 nel 2012 con la BMW ufficiale.

Chaz Davies ha fiducia. “Donington è una pista che mi piace, e l’atmosfera è fantastica perché in un certo senso è la mia gara di casa e, con tanti piloti del Regno Unito a lottare per le prime posizioni in Superbike, il tifo della gente si fa sentire. Vi ho corso la prima volta nel 1999, ottenendo dei bei risultati nelle classi minori ma non ancora in Superbike. Ci siamo progressivamente avvicinati ai nostri rivali su questo tracciato, migliorando di anno in anno, quindi l’obiettivo è di fare un altro passo avanti per coronare degnamente il fine settimana”.

Anche se restano ancora otto round (sedici gare) da disputare la tappa oltre Manica è la prova del fuoco per Marco Melandri quarto nel Mondiale a 73 punti da Rea. “A Donington  ho ottenuto dei bei risultati. Non è stato questo il caso lo scorso anno, ma allora eravamo appena entrati in un momento di difficoltà mentre oggi siamo più consapevoli dei nostri punti di forza e degli aspetti da migliorare. Pare che il meteo potrebbe essere clemente, il che è un buon punto di partenza, ed anche il nostro pacchetto è sempre più a punto, anche se i nostri diretti rivali sembrano essere migliorati ancora. Nei test al Mugello abbiamo avuto alcune conferme importanti, non vedo l’ora di tornare a gareggiare”. 

Anche in questa occasione, come in tutti gli altri round europei, Aruba.it Racing Ducati schiererà una terza Panigale ufficiale per Michael Rinaldi“Con tre round alle spalle, io e la squadra abbiamo accumulato sempre più esperienza. Imola ha rappresentato un altro weekend positivo, ed ora andiamo a Donington, una pista che mi piace, con più dati a nostra disposizione e l’obiettivo di avvicinarci ulteriormente ai migliori. Il nostro livello è in crescita e dobbiamo semplicemente continuare su questo percorso, lavorando soprattutto sul passo gara. Sono fiducioso”.

Foto Diego De Col

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy