Superbike Argentina, Prove 2: Jonathan Rea suona la carica

Superbike Argentina, Prove 2: Jonathan Rea suona la carica

Il Cannibale svetta al termine di una sessione frizzante che ha visto alternarsi cinque piloti al vertice

di Redazione Corsedimoto
Jonathan Rea

Jonathan Rea è stato il più veloce nella seconda delle tre sessioni di prove libere della prima, storica giornata della Superbike in Argentina. Sul nuovissimo tracciato di El Villicum, giudicato molto favorevolmente dai piloti, il nordirlandese della Kawasaki ha messo in riga il compagno di marca Toprak Razgatliouglu e il britannico Alex Lowes, che con la Yamaha era stato il più veloce nel turno d’apertura. Lorenzo Savadori ha il quarto crono con l’Aprilia che a fine stagione lascerà la Superbike.

Senza riferimenti per nessuno, c’è stata  maggiore agitazione in vetta alla classifica ma alla fine è sempre il solito Cannibale che svetta, proprio all’ultimo istante. Le Ducati sembravano avere il passo giusto, Marco Melandri è stato anche al comando, ma alla fine dei giochi il ravennate si è ritrovato solo settimo, preceduto anche dal compagno Chaz Davies risalito in quinta posizione. In mezzo alle Panigale c’è la sorpresa del giorno, cioè lo statunitense Jake Gagne con una Honda che stenta a trovare il bandolo della matassa e non ha ancora annunciato il pilota che affiancherà Leon Camier nel 2019.

A proposito di mercato piloti, si assottigliano le possibilità per Marco Melandri. Ad oggi l’unica opzione resta Althea Racing, che non sembra propensa a rinnovare con BMW e non ha ancora certezze tecniche. La terza e ultima sessione di giornata scatta alle 21:05 italiane.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy