Superbike Aragon: warm up, Jonathan Rea vola Marco Melandri rompe

Superbike Aragon: warm up, Jonathan Rea vola Marco Melandri rompe

Miglior tempo del leader del Mondiale anche nei 15 minuti di warm up. Un problema tecnico ferma la Ducati #33

di Redazione Corsedimoto
Jonathan Rea

Jonathan Rea è stato il più veloce anche nel warm up (15 minuti) che precede il via di gara 2 (ore 13) del round spagnolo del Mondiale Superbike. Il leader del Mondiale e vincitore della prima sfida ha girato in 1’50″823 precedendo la Ducati di Chaz Davies e la Yamaha di Alex Lowes. Problema tecnico per Marco Melandri che a due minuti dalla conclusione si è fermato alla staccata in fondo al rettilineo principale.

TEMPERATURE – La chiave di gara 2 saranno le temperature, in netta salita rispetto a sabato, quando si è gareggiato con cielo coperto, 11°C aria e solo 18°C sull’asfalto. Oggi il Motorland è inondato di sole, e la previsione è che ci saranno 19°C alla partenza (ore 13, 18 giri da percorrere). “La scelta di gomme sabato era perfetta, non credo che potrò ripartire con le stesse soluzioni” ha confidato Jonathan Rea, che per gara 1 aveva scelto la D (la più dura) anteriore e B (media) al posteriore. Il capofila Mondiale sarà costretto anche a rimontare dalla terza fila, accanto a Davies e Fores. Melandri invece riparte in pole position, essendo arrivato quarto in gara 1.

CAMIER STOP – Non sarà al via Leon Camier che nella caduta di gara 1 e successivo investimento da parte dell’incolpevole Jordi Torres ha subìto la frattura di tre costole. Ancora da definire i tempi di recupero, salvo sorprese clamorose il britannico sarà assente anche il prossimo week end ad Assen. L’unica Honda Red Bull in pista sarà quella di Jake Gagne.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy