Superbike Aragon Gara 2 Davies e Ducati rialzano la testa, Rea fulminato

Superbike Aragon Gara 2 Davies e Ducati rialzano la testa, Rea fulminato

Chaz Davies e la Ducati vincono in volata gara 2 nella Superbike ad Aragon, che duello con Jonathan Rea! Marco Melandri ancora terzo

Finalmente! Al sesto tentativo Chaz Davies con Ducati riesce a interrompere la striscia vincente di Jonathan Rea pupillo Kawasaki. Un duello fantasico risolto dal 30enne gallese dopo un doppio cambio di posizioni nel concitatissimo ultimo giro. Marco Melandri, a lungo in gioco per la vittoria, ha perso terreno nel finale concludendo per la terza volta in stagione al terzo posto.

SOFFICE – La Ducati era uscita a pezzi dall’anticipo di sabato causa la scivolata finale di Chaz Davies al penultimo passaggio mentre stava tentando di sbarrare la strada al solito Rea. L’errore aveva fatto precipitare la Ducati a -55 punti dalla vetta Mondiale. La svolta è stata cambiare scelta di gomme: sia Davies che Melandri hanno montato le soffici annullando il divario con il missile Kawasaki con Rea a punteggio pieno dopo cinque gare.  Il due volte campione del Mondo, retrocesso in terza fila dalla nuova norma salva spettacolo, ha impiegato appena cinque giri per districarsi nel gruppo, ma sempre con le Ducati in scia. A sei giri fine Davies ha superato di slancio Melandri, e due dopo si è avventato sullo stesso Rea, che però non ha mollato fino alla fine.

SCONTRO – La gara si è risolta all’ultimo passaggio. Davies ha compiuto una piccola sbavatura, permettendo a Rea di riprendersi il primato. Nuovo cambio di posizioni all’ultima chicane, con il ducatista avventatosi con grandissima decisione sul battistrada: stavolta il Cannibale è rimasto a digiuno. Per Davies è la 21° vittoria in carriera, la 201° di un pilota britannico nel Mondiale. La classifica però parla ancora a favore di Rea che lascia la Spagna a +50 su Davies, contro i 30 della vigilia.

MIRACOLATO – E’ ripartito anche Xavi Fores, 31enne spagnolo che sabato al quinto giro di gara 1 era uscito quasi incolume dl rogo della sua Ducati Panigale. “Avevo bruciature di secondo grado al collo e al braccio destro, niente di grave, i medici hanno fatto un ottimo lavoro.” Ha concluso sesto, in gran rimonta, a soli sedici secondi dal vincitore: incredibile. Importante l’ottava posizione dell’argentino Leandro Mercado, con la Aprilia Iodaracing: era all’esordio stagionale dopo un grave infortunio in allenamento. La sfida Superbike continuerà il 29-30 aprile ad Assen, in Olanda.

Commento: Ma Jonathan Rea gode anche quando perde…

ARRIVO GARA 2 (18 giri, km 91,386): 1. Davies (GB-Ducati) in 33’30″906; 2. Rea (GB-Kawasaki) a 0″483; 3. Melandri (Ita-Ducati) a 2″479; 4. Sykes (GB-Kawaski) a 10″582; 5. van der Mark (Ola-Yamaha) a 13″336; 6. Fores (Spa-Ducati) a 16″951; 7. Torres (BMW) a 18″638; 8. Mercado (Arg-Aprilia) a 18″700; 9. Laverty (Irl-Aprilia) a 21″290; 10. Camier (GB-MV Agusta) a 22″246; 11. Ramos (Spa-Kawasaki) a 24″307; 12. Bradl (Ger-Honda) a 25″829; 13. Lowes A. (Yamaha) a 26″611; 14. Krummenacher (Svi-Kawasaki) a 40″575; 15. Simon (Spa-Aprilia) a 40″769; 16. Reiterberger (Ger-BMW) a 40″915; 17. Badovini (Ita-Kawasaki) a 1.00″980.

CLASSIFICA MONDIALE (dopo 3 round su 13): 1. Rea punti 145; 2. Davies 95; 3. Sykes 91; 4. Melandri 81; 5. Lowes A. 65; 6. van der Mark 49; 7. Torrs 48; 8. Fores 44; 9. Camier 38; 10. Laverty 30; 11. Hayden 27; 12. Bradl 19; 13. Reiterberger 19; 14. Ramos 17; 15. Mercado 17; 16. Krummenacher 14; 17. De Angelis 13; 18. Savadori 18; 19. Russo 4; 20. Badovini 2. COSTRUTTORI: 1. Kawasaki punti 145; 2. Ducati 121; 3. Yamaha 76; 4. BMW 51; 5. MV Agusta 38; 6. Aprilia 36; 7. Honda 33.

Prossimo round: 29-30 aprile Assen (Olanda)

Superbike Aragon Xavi Fores in fiamme

Superbike Aragon Gara 1 cronaca e classifiche

Superbike Aragon Valentino Rossi wild card a Misano? Che pesce..

 

Foto Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy