Superbike Aragon Gara 1 Davies ci prova e cade, Rea pokerissimo

Superbike Aragon Gara 1 Davies ci prova e cade, Rea pokerissimo

Chaz Davies ci prova ma per resistere a Jonathan Rea cade. Per l’asso Kawasaki è pokerissimo: 5 su 5 ad Aragon. Melandri 2°

Chaz Davies ci prova, allunga le frenate al’inversomile, chiude le traiettorie. Ma alla fine la Ducati scivola via spianando  la strada al quinto trinfo di fila di Jonathan Rea.  il 30enne gallese si è rialzato indenne ma questa caduta   può segnare in maniera pesante le speranze Mondiali della Ducati. Terrore per la Ducati di Xavi Fores a fuoco. Pilota (quasi) incolume, ecco perchè è successo. 

cover Fores
La Ducati di Xavi Fores a fuoco

CHE BRIVIDI – Chaz Davies scattato dalla pole non sapeva se le sue gomme (anteriore soffice, posteriore media) avrebbero resistito. Jonathan Rea invece si, la simulazione mostruosa  del venerdi aveva dato ampie certezze di potersela giocare a viso aperto con la Ducati che tra gli uliveti di Aragon vinceva da tre corse di fila e sperava di riaprire i giochi. Il 30enne gallese ha resistito con tenacia agli assalti del Cannibale, sperando di arrivare all’ultimo giro in condizione di potersela giocare. Ma non ha avuto tempo. A meno di tre giri dalla fine la Panigale è scappata via, in ingresso dall’ultima curva. La gara è finita lì e forse anche il sogno Mondiale della Rossa: dopo appena cinque gare, tutte vinte da Rea, il distacco di Davies sale a ben 55 punti, oltre un round intero dei dieci che restano.

Cover gara 1REA MITO – Jonathan il Cannibale festeggia la vittoria 43, tante quanto il mitico giapponese Noriyuki Haga, asso Superbike del passato. Davanti adesso ci sono solo due mostri sacri: Troy Bayliss 52 vittorie, Carl Fogarty (4 Mondiali) 59. La gara non è stata velocissima. Rispetto alla simulazione Rea aveva mezzo secondo  in tasca e balena il sospetto che abbia lasciato Davies nel mirino sperando che incappasse in un errore. Colpito e affondato.   Marco Melandri si è goduto da vicino il fantastico e teso duello per la vittoria portando a casa il secondo posto, miglior risultato di questa stagione del ritorno alle corse dopo 18 mesi di inattività. “Manca poco, se solo riuscissi ad agganciarmi…” dice il 34enne ravennate. Melandri sta crescendo, ma intanto Rea scappa.  Domenica la rivincita, sempre alle 13 con il Cannibale, per la nuova regola salva spettacolo, retrocesso in terza fila (nona casella), insieme ai piloti del podio (Melandri ottava casella, Sykes setima). Qui la griglia completa

GLI ALTRI – Il podio è stato completato dall’altra Kawasaki di Tom Sykes, mai in partita con la stessa ZX-10R del mattatore. Poi la coppia Yamaha con lotta in famiglia risolta dal britannico  Alex Lowes sull’olandese Michael van der Mark. Dietro bel settimo posto per l’Aprilia Iodaracing di Leandro Mercado, argentino al debutto stagionale causa l’infortunio al costato che lo aveva costretto a saltare la doppia trasferta ad Est. Giornata movimentata anche fuori dalla pista: Italia1, in diretta, pochi attimi prima del via ha sparato la bomba: “Valentino Rossi corre con la Yamaha Superbike a Misano il 17-18 giugno”. Telefoni e web sono impazziti, ma era solo uno scherzo da primo aprile…

Melandri, Rea e Sykes sul podio di gara 1
Melandri, Rea e Sykes sul podio di gara 1

ARRIVO GARA 1 (18 giri, km. 91,386): 1. Rea (GB-Kawasaki) in 33’24″302; 2. Melandri (Ita-Ducati) +4.058; 3. Sykes (GB-Kawasaki) +7.512; 4. Lowes A. (GB-Yamaha) +9.962; 5. van der Mark (Ola-Yamaha) +12.02; 6. Torres (Spa-BMW) +18.995; 7. Mercado (Arg-Aprilia) +21.545; 8. Laverty (Irl-Aprilia) +27.308; 9. Bradl (Ger-Honda) +27.448; 10. Hayden (Usa-Honda) +27.663; 11. Camier (GB-MV Agusta) +35.409; 12. Reiterberger (Ger-BMW) +41.558; 13. Simon (Spa-Aprilia) +44.006; 14. Krummenacher (Svi-Kawasaki) +44.482; 15. De Angelis (RSM-Kawasaki) +45.915; 16. Russo (Iya-Yamaha) a 1′.23.533.

CLASSIFICA MONDIALE (dopo 5 gare su 26): 1. Rea punti 125; 2. Sykes 78; 3. Davies 70; 4. Melandri 65; 5. Lowes A. 62; 6. Torres 39; 7. van der Mark 38; 8. Fores 34; 9. Camier 32; 10. Hayden 27. COSTRUTTORI: 1. Kawasaki punti 125; 2. Ducati 96; 3. Yamaha 63; 4. BMW 42; 5. MV Agusta 32; 6. Honda 29; 7. Aprilia 28.

Superbike Aragon Xavi Fores a fuoco Ecco perchè è successo

Superbike Aragon Le interviste post gara: Rea, Davies e Melandri

Superbike Aragon Valentino Rossi wild card a Misano? Che pesce..

Superbike Aragon Superpole Davies beffa Rea

Foto Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy