Superbike: A Portimao 41.922 spettatori, tonfo dell’audience in TV

Superbike: A Portimao 41.922 spettatori, tonfo dell’audience in TV

Pubblico in leggera crescita nell’Algare. Ma la partenza alle 16 italiane ha fatto perdere a Mediaset un milione di spettatori.

Commenta per primo!

Com’era ampiamente prevedibile, l’orario di partenza pomeridiano (le 16 in Italia) è costato carissimo alla Superbike in termini di audience televisiva: oltre un milione di spettatori in meno rispetto alle gare top di questa stagione.

Le trasmissioni delle reti Mediaset (Italia1 e Italia2) in due giorni, tutto sommato e compreso, hanno raggiunto circa 600 mila persone, contro 1,5 milioni della media Superbike. La share (percentuale di TV sintonizzate su un determinato programma) è crollata dal 6 al 2%, sotto la media di Italia1 in quella specifica fascia oraria di sabato e domenica.

Mediaset aveva chiesto di programmare le partenze di Portimao nell’orario abituale (le 13 in Italia) ma Dorna ha preferito andare incontro alle esigenze del pubblico in circuito piuttosto che a quelle della TV, che – ricordiamolo – paga 1,5 milioni l’anno per i diritti e investe poco meno per la realizzazione del programma.

Riguardo il pubblico in circuito, Portimao (nella foto d’apertura: il paddock sabato 16 settembre) ha fatto registrare un sensibile aumento rispetto all’edizione 2015. Dorna ha ufficializzato 41.922 presenze complessive, così distribuite: 6.458 il venerdi, 16.344 il sabato, 19.120 la domenica. Il problema, sempre in ottica TV, che la maggior parte era concentrata nel paddock o in tribuna centrale, per cui le tribune lungo il tracciato mostravano un desolante deserto.

In dieci round il Mondiale ha totalizzato 541.278 spettatori.

Superbike 2018, le anticipazioni sul calendario

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy