Superbike: A fine agosto Honda proverà le evoluzioni Rossi Racing

Superbike: A fine agosto Honda proverà le evoluzioni Rossi Racing

Leon Camier e Jake Gagne sperimenteranno il propulsore allestito dall’engineering italiana

di Redazione Corsedimoto
MISANO ADRIATICO, ITALY - JULY 06: Leon Camier of Great Britain and Red Bull Honda World Superbike Team heads down a straight during the WorldSBK Riviera di Rimini - Free Practice on July 6, 2018 in Misano Adriatico, Italy. (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Nei test previsti per fine agosto a Portimao (Portogallo) la Honda World Superbike proverà un motore evoluzione allestito dall’engineering italiana Rossi Racing, che da alcuni mesi ha avuto incarico dello sviluppo del CBR-RR Fireblade. Qui la nostra anticipazione del 9 luglio scorso sulla collaborazione con l’ azienda padovana.

Per anni la squadra Honda impegnata nel Mondiale Superbike, diretta emanazione della filiale europea, si è avvalsa della collaborazione di Ten Kate, motorista olandese che gestisce anche la logistica del team, e della britannica Cosworth, che fino all’aprile scorso forniva anche l’elettronica. Il passaggio alla Magneti Marelli, reso possibile da una deroga regolamentare concessa da Dorna/FIM, ha spianato la strada alla sperimentazione, da qui la relazione con Rossi Racing. Che da tempo sta lavorando al banco su vari aspetti: potenza massima, erogazione, affinamento dell’elettronica.

A Portimao Leon Camier (confermato per il 2019) e Jake Gagne (in partenza) faranno comparative fra le varie soluzioni di motore disponibile. Non è scontato, ma neanche da escludere che i propulsori “Rossi tuning” non possano essere utilizzati nella fase finale di questa stagione, che riparte il 15-16 settembre sullo stesso tracciato portoghese.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy