Superbike 2019: Honda al bivio, addio Ten Kate?

Superbike 2019: Honda al bivio, addio Ten Kate?

Può cambiare completamente lo scenario CBR-RR nel Mondiale: Althea con Moriwaki destinata a prendere il posto della struttura olandese

di Redazione Corsedimoto
Ronald Ten Kate

Abbiamo già anticipato (leggi qui)  la trattativa, in fase avanzatissima, fra Althea Racing e Moriwaki, struttura giapponese, satellite Honda, che si appoggerà al team italiano in uscita da BMW per gestire le attività nel Mondiale Superbike. Ma non è tutto, lo scenario che si sta delineando è ancora più clamoroso: l’attuale team ufficiale di Honda Europa potrebbe  abbandonare la scena, trasferendo Leon Camier a Moriwaki-Althea.   Significherebbe l’uscita dal campionato di Ten Kate, storica antenna tecnica della Honda Europa nei campionati delle derivate dalla serie. E, di riflesso, la scomparsa di una squadra intera dalla griglia 2019. Tutto il movimento spiegherebbe anche perchè, a fine ottobre, Honda Europa-Ten Kate non ha annunciato il secondo pilota…

Ten Kate e Honda Europa collaborano da una ventina d’anni,  e dopo l’uscita di HRC – a fine 2002 – la struttura olandese è diventata in pratica il riferimento, anche senza mai disporre del supporto del reparto interno del colosso di Tokyo. A livello sportivo il culmine è stato il titolo Mondiale centrato nel 2007 da James Toseland, ma la CBR-RR è rimasta comunque al vertice fino al 2014, quando si è chiusa l’epoca Jonathan Rea, 14 successi con Honda. Da anni i risultati sono sotto le aspettative, in particolare gli ultimi due. La CBR-RR è uscita dai radar nonostante nel team siano passati piloti di grande caratura come Nicky Hayden (che ha vinto una sola gara, nel diluvio a Sepang), Stefan Bradl e adesso Leon Camier.

I giapponesi evidentemente sono stanchi di vedere la loro ammiraglia sportiva arrancare nelle ultime posizioni. E non volendo rientrare in forma diretta, a Tokyo hanno pensato di mobilitare una struttura (Moriwaki) nella quale ripongono piena fiducia e che in alcune circostanze, come la 8 Ore di Suzuka, dispone di pieno appoggio HRC.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy