Superbike 2019: Chaz Davies bussa alla Honda?

Superbike 2019: Chaz Davies bussa alla Honda?

Il gallese è in trattativa con Ducati ma intanto si è offerto alla concorrenza. Solo un diversivo o una possibilità?

di Paolo Gozzi, @paologozzi1
Chaz Davies

Chaz Davies si sarebbe offerto alla Honda: è l’ultima voce che gira su un mercato piloti Superbike schizofrenico. I posti appettibili sono molti meno dei pesci grossi in cerca di sistemazione, ma i diretti interessati (cioè piloti e manager) continuano a muoversi come se lo scenario fosse opposto. Quindi è difficile sapere se  Davies-Honda è qualcosa di possibile, oppure è solo un modo (un pò maldestro) per mettere pressione ad Aruba.it Ducati che ha chiesto al gallese un sostanzioso (eufemismo) taglio d’ingaggio rispetto ai 600 mila euro percepiti nelle ultime due stagioni.

SELLE ROVENTI – Due squadre factory sono già a posto. In Kawasaki ci sono Jonathan Rea (biennale) e Leon Haslam (annuale) che non è stato ancora annunciato ma ha già firmato. La Yamaha ha rinnovato van der Mark e Alex Lowes. Restano vacanti tre moto (e ingaggi) di spessore: le due Aruba.it Ducati e la seconda Honda, con Leon Camier già confermato. I piloti a piedi sono tanti, mentre il destino delle altre formazioni di rilievo è ancora da scrivere: SMR (Milwaukee) ha ricevuto la proposta di rinnovo Aprilia, che non è gratis come pretendeva il boss Shaun Muir. Che non esclude, fra le varie opzioni, il ritorno nel British Superbike vinto nel 2015 con Josh Brookes e la Yamaha. Barni (satellite Ducati) non ha chiarito ancora i programmi, MV Agusta uscirà dal Mondiale, anche se forse le F4 non resteranno in garage. Potrebbero esserci due Yamaha per GRT (adesso in Supersport) ma manca il budget.

CHI RESTA A PIEDI? – La lista dei piloti a caccia di un posto è lunghissima: Tom Sykes, Chaz Davies, Marco Melandri, Eugene Laverty, Lorenzo Savadori, Jordi Torres, Xavi Forès, solo per citare i più noti. Senza contare le eventuali candidature dei ragazzi in uscita dalla MotoGP: Scott Redding, Bradley Smith, forse perfino un ex iridato come Alvaro Bautista.  Il gioco dell’estate, a questo punto, non è tanto chi andrà dove, ma chi rischia seriamente di restare a piedi…

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. marcogurrier_911 - 4 settimane fa

    Buongiorno,
    Facciamo il gioco inverso, chi merita davvero di rimanere in WSBK (se intendiamo la SBK in piena forma)? E quindi un campionato prestigioso?
    Correggetemi se sbaglio…chi deve avere sella sono Davies, Fores, Laverty, Rinaldi. Oktre i confermati si intende.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. fabu - 4 settimane fa

    certo che mister 25 milioni ne ha fatti di danni…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy