Superbike 2018: Lo schieramento di partenza sarà così

Superbike 2018: Lo schieramento di partenza sarà così

22 o 23 piloti permanenti, nessuna novità nei team ufficiali. Impatto delle nuove regole tecniche? Tutto da verificare…

Commenta per primo!

Per la Superbike il futuro è già adesso. Il 20 novembre a Jerez scattano i test invernali 2018, e stavolta saranno davvero interessanti per valutare l’impatto delle nuove, rivoluzionarie regole tecniche. Intanto ci possiamo fare un’idea dello schieramento di partenza, che sarà (più o meno) come leggete qui sotto.

REGOLAMENTO – Dorna ha varato una rivoluzione che cambierà faccia al campionato. Le nuove norme tecniche sono così complesse che anche gli addetti ai lavori, cioè fior di ingegneri dei migliori reparti corse del Mondo, al momento non sanno con precisione cosa aspettarsi. Nei tre round iniziali (se abbiamo capito bene…) la vera novità sarà il règime di rotazione imposto d’ufficio a ciascuna marca. In particolare  Kawasaki scenderà da 15.000 a 14.100, la Ducati da 12.700 a 12.400, solo per parlare delle moto più competitive. Soltanto dopo si potranno valutare gli effetti delle altre regole, in particolare il sistema di “concessioni” che permetterà alle Case più indietro di aumentare il livello di elaborazione. In prospettiva l’aspetto più oscuro è però quello delle “parti in concessione”, cioè il sistema che obbligherà ogni azienda a dotare degli stessi componenti tutte le squadre, anche satellite e private.

ONE MAN BAND – Nelle intenzioni di Dorna ci saranno 22 piloti permanenti. L’idea del promoter era avere in pista tutte squadre con due piloti, e invece sia la MV Agusta che gran parte dei privati avranno un solo pilota in pista, ovviamente per questione di budget. Alla Superbike non servivano nuove regole, ma piuttosto che Dorna aprisse i cordoni della borsa…

LO SCHIERAMENTO (in corsivo i piloti ancora da confermare)

Kawasaki Racing Team: Jonathan Rea –  Tom Sykes
Pata Yamaha: Michael van der Mark –  Alex Lowes
Aruba.it Ducati: Chaz Davies – Marco Melandri
MV Agusta: Jordi Torres
Milwaukee Aprilia: Eugene Laverty – Lorenzo Savadori (I)
Red Bull Honda: Leon Camier –  (Gagne, Baz)
Kawasaki Puccetti: Toprak Razgatlioglu
Go Eleven Kawasaki: Roman Ramos (E)
Orelac Kawasaki: Leandro Mercado
Triple-M Honda: Patrick Jacobsen (USA)
Barni Ducati: Javier Forés (E)
Althea BMW: (Baz-Hernandez)
Grillini Kawasaki:  (Jezek-Badovini)
Pedercini Kawasaki: (Hernandez-Baz)
Guandalini Yamaha: (Andreozzi)
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy