Superbike 2018: Aprilia potrà usare la carenatura alata

Superbike 2018: Aprilia potrà usare la carenatura alata

Vietate in MotoGP, le appendici aerodinamiche saranno permesse nelle derivate dalla serie. Se presenti sul modello stradale

di Redazione Corsedimoto
Aprilia RSV4 Factory Works con le ali: può correre in Superbike 2018

Aprilia potrà correre il Mondiale Superbike 2018 con la carenatura alata. Eugene Laverty e Lorenzo Savadori avranno quindi un’arma in più per tentare di avvicinare la Kawasaki da tre anni imbattibile con Jonathan Rea.

Bandite dalla MotoGP a fine 2016 ma poi rientrate dalla finestra come “appendici della carenatura”, le ali adesso sono autorizzate nel Mondiale Superbike a condizione che “siano utilizzate sul modello in vendita in Europa, Nord America e Giappone”. Il via libera, comunicato da Federmoto Internazionale e Dorna il 29 novembre scorso, va incontro alle esigenze Aprilia che ha giocato d’anticipo presentando la nuova RS4 Factory Works al recente salone di Milano dotata appunto di due vistose ali, come evidenziato nella foto d’apertura.

Sarà ovviamente necessario che il Gruppo Piaggio omologhi la nuova versione, costruendone almeno 500 esemplari. Ottenuto il permesso, adesso sarà interessante vedere se Aprilia Racing doterà di questo dispositivo le moto ufficiali in gestione al team Milwaukee per Eugene Laverty e Lorenzo Savadori. E, se succede, quale sarà il reale vantaggio che le appendici apporteranno. Ricordiamo anche che in base al nuovo regolamento l’Aprilia avrà il limitatore a 14.700 giri/minuto, come Yamaha, BMW ed MV Agusta, mentre Honda dovrà scendere a 14.300 e la Kawasaki addirittura a 14.100.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy