Superbike: ufficiale, John Hopkins nel 2012 con Crescent Suzuki

Superbike: ufficiale, John Hopkins nel 2012 con Crescent Suzuki

“Hopper” torna nel WSB, affiancherà Leon Camier

Commenta per primo!

Adesso è ufficiale: John Hopkins torna nel Mondiale Superbike andando ad affiancare Leon Camier al team Crescent Racing, nuova formazione di riferimento Suzuki nel WSB. “Hopper”, che già aveva corso in Superbike 2009 con Stiggy Honda (solo qualche gare per un infortunio rimediato ad Assen), continuerà così l’avventura con il team Crescent Suzuki di Paul Denning, compagine per la quale ha corso in MotoGP e, quest’anno, nel British Superbike arrivando ad un soffio dalla conquista del campionato (sono mancati soltanto 2 punti e… 6 millesimi sul traguardo di Gara 3 a Brands Hatch!).

Il pilota californiano, dopo il successo nell’AMA Formula Xtreme 2001 con il team M4 Suzuki, ha gareggiato in MotoGP a partire dalla stagione 2002: l’esordio con una Yamaha YZR 500 2 tempi del team Red Bull WCM, il passaggio in Suzuki nel 2003. Con la casa di Hamamatsu nella top class ha conquistato complessivamente una pole position (Assen 2006), quattro podi ed il 4° posto in classifica nel 2007, salvo poi firmare con Kawasaki per il 2008.

Chiusa l’avventura della casa di Akashi in MotoGP, nel 2009 Hopkins ha preso parte al Mondiale Superbike con Stiggy Honda disputando solo qualche gara per infortunio. Tornato in madrepatria nel 2010 con M4 Suzuki nell’American Superbike, risolti i problemi al polso destro dopo un delicato intervento chirurgico, quest’anno il nativo di Ramona ha forse disputato la sua migliore stagione in carriera tra BSB (5 vittorie, 2° in campionato), Mondiale Superbike (Superpole e top-5 in gara nella wild card di Silverstone), non altrettanto in MotoGP dove ha concluso 10° a Jerez, fuori gioco a Brno e Sepang per problemi fisici.

Sono davvero molto felice di correre ancora con Crescent“, commenta John Hopkins. “Insieme abbiamo vissuto una bella stagione nel British Superbike e sono convinto che possiamo continuare su questo trend anche nel mondiale. Volevo tornare a correre in un campionato internazionale, so che sarà un grande passo avanti rispetto al BSB, ma questa volta correrò su tracciati che già conosco e con diversi riferimenti, dovrebbe esser più facile rispetto al recente passo.

Sono convinto di poter disporre di un’ottima moto preparata da Yoshimura, in più continuerò a lavorare con il mio capotecnico Lez Pearson, insieme quest’anno nel BSB abbiamo fatto molto bene. In più sono impaziente di correre con un compagno di squadra come Leon (Camier), sono convinto sarà difficile da battere! Infine sono grato a tutti in Crescent Suzuki per aver creduto in me, non sarà un compito facile, ma ho tutta l’intenzione di scendere in pista e dare il massimo per conquistare il mio primo titolo mondiale“.

Con John Hopkins e Leon Camier il team Crescent Suzuki completa una formazione di piloti senza dubbio di livello mondiale per puntare in grande nel 2012, come testimoniano le parole del team manager Jack Valentine. “E’ bello poter contare nuovamente su Hopkins, sono felice della sua scelta e sono convinto che sarà uno tra i piloti più amati del mondiale Superbike“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy