Superbike: tutto pronto per il secondo round 2012 ad Imola

Superbike: tutto pronto per il secondo round 2012 ad Imola

Diversi spunti interessanti per l’occasione

di Redazione Corsedimoto

L’attesa per il ritorno in pista del Mondiale Superbike è agli sgoccioli. All’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola, infatti, questo fine settimana si terrà il secondo round della stagione 2012, il primo sul suolo europeo dopo il debutto a Phillip Island di fine febbraio scorso. Per la prima volta dopo nove edizioni, nelle quali era collocato nel finale di stagione, il round ufficiale di Imola verrà disputato nella parte iniziale del campionato. Un cambiamento rilevante, ma che non toglie importanza all’evento stesso visti i numerosi spunti di analisi che esso è in grado di offrire. Partiamo analizzando la situazione nella parte alta della classifica piloti, che vede Max Biaggi leader con 45 punti, davanti al connazionale Marco Melandri con 30 e l’inglese Tom Sykes a quota 29. Il cinque volte campione del mondo ha mostrato tutta la sua voglia di far bene nel round di debutto a Phillip Island dello scorso febbraio, cogliendo nelle due gare di domenica rispettivamente una vittoria ed un secondo posto, degno epilogo di una fantastica rimonta. La RSV4 è apparsa più competitiva che mai e così il pilota, deciso a dimostrare tutto il proprio valore dopo l’esodo (quasi totale) del suo vecchio staff, avvenuto al termine della stagione passata. Il test di due giorni disputato al MotorLand Aragón dal 18 al 19 marzo scorsi, nel quale il pilota romano ha potuto provare, assieme al compagno di squadra Eugene Laverty, un motore evoluzione che verrà utilizzato da Monza in avanti, ha dato riscontri più che positivi. A questo test era presente anche Marco Melandri impegnato, insieme al team-mate Leon Haslam, nello sviluppo e verifica di un propulsore con nuove specifiche sviluppato da BMW Motorrad Motorsport, studiato per avere una migliore erogazione oltre che una maggiore velocità di punta. Anche i problemi di vibrazione emersi in Australia, a detta del ravennate, sembrano essere stati risolti, per questo ed altri motivi l’ex iridato del Mondiale 250cc si è dichiarato estremamente fiducioso riguardo alla possibilità di poter far bene sulla pista di casa. Ma il vero protagonista della due giorni sul circuito alle porte di Alcañiz è stato senza dubbio Tom Sykes, il quale è risultato (nonostante i tempi ufficiosi) il più veloce in quasi tutte le sessioni. Dopo il terzo posto in gara 2 a Phillip Island “The Grinner” vuole puntare ad un altro risultato importante, in linea con le potenzialità espresse dalla ZX-10R ufficiale in tutti i test svolti sino ad ora e con la Superpole siglata proprio a Imola lo scorso anno. Ad Imola gli occhi di tutti gli appassionati sono ovviamente puntati sull’attuale Campione del Mondo Superbike Carlos Checa (Althea Racing Ducati): a dispetto della posizione di classifica (è comunque quarto con 25 punti all’attivo), il “Toro” è apparso comunque in gran forma a Phillip Island, nonostante i 6kg in più sulla 1198 ed il brutto e repentino high-side di cui è stato vittima nelle fasi iniziali di gara 1, mentre era in testa alla corsa. Gli eroi di Phillip Island che hanno partecipato al fine settimana di gare nonostante gli infortuni, ovvero Eugene Laverty (Aprilia Racing Team), Leon Haslam (BMW Motorrad Motorsport) e David Salom (Kawasaki Pedercini) hanno ricevuto il via libera per correre ad Imola. Lo stesso discorso vale per Chaz Davies, costretto alla resa in Australia per una frattura al polso sinistro (radio e ulna) rimediata nel secondo turno di qualifiche ufficiali. Il pilota gallese, Campione in carica del Mondiale Supersport, avrà quindi la possibilità di fare il suo debutto in gara, così come l’americano John Hopkins (Crescent Fixi Suzuki, infortunatosi lo scorso 13 febbraio nuovamente alla mano destra e Leandro Mercado, secondo pilota del Team Pedercini, il quale aveva subito la rottura del radio del braccio destro, avvenuta nello scorso mese di gennaio durante un allenamento con la sua Supermoto. Questi ultimi due, a differenza di Davies, avevano saltato a piè pari il primo appuntamento stagionale. La trasferta imolese vedrà inoltre il ritorno nel Mondiale Superbike del 32enne toscano Lorenzo Alfonsi, sostituto di Raffaele De Rosa all’interno del Team Proride Real Game Honda. Sarà invece debutto assoluto per Brett McCormick (Team Effenbert – Liberty Racing Ducati), col canadese che è stato promosso alla classe regina prima di un eventuale debutto nella Coppa FIM Superstock 1000 ed andrà ad affiancare Jakub Smrz, Sylvain Guintoli e Maxime Berger. Valerio Piccini

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy