Superbike: Troy Corser e gli irrisolti problemi del 2010

Superbike: Troy Corser e gli irrisolti problemi del 2010

Ancora mancanza di grip sulla BMW S1000RR

Dopo due stagioni complete trascorse come pilota di riferimento del team BMW Motorrad Motorsport, Troy Corser si è presentato al primo round della stagione 2011 affiancato da Leon Haslam, centauro fortemente voluto dalla casa di Monaco di Baviera. Se la prima tappa per il pilota inglese è stata di alto livello ed ha portato ad un podio insperato per la squadra tedesca, dopo le fatiche invernali, per Corser si sono riproposti i problemi evidenziati nello scorso anno e in quello precedente.

L’ostacolo insormontabile pare sempre il medesimo: la mancanza di grip, soprattutto al posteriore ed in particolare nella seconda parte di gara, che continua ad affliggere il due volte campione mondiale della categoria. Per il “Coccordillo” dunque, il fine settimana di gare sul tracciato di casa è terminato con l’amaro in bocca visti i risultati ottenuti, che constano di un decimo posto in gara uno e un diciannovesimo nella seguente.

“Abbiamo cominciato la gara bene”, dichiara Troy Corser, “mi sono sentito a mio agio sulla moto, purtroppo però la moto mi è andata in folle alla curva ‘Honda’ e sono uscito di pista. Sono riuscito a tornare in gara, ma di lì in poi ho fatto fatica a livello di grip.

Col passare dei giri le gomme si sono seriamente consumate e perdevo ovunque in trazione, non riuscendo quindi a fare i tempi che volevo. Abbiamo identificato dei punti su cui lavorare prima di Donington Park, ma sicuramente guardo positivamente al resto della stagione.”

Servizio Fotografico: Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy