Superbike Test Phillip Island: Michel Fabrizio chiude in testa

Superbike Test Phillip Island: Michel Fabrizio chiude in testa

Quattro Ducati al comando, Haga e Biaggi a seguire

Commenta per primo!

Due certezze al termine dei test di Phillip Island: la Ducati e Michel Fabrizio. Proprio il pilota romano è stato l’autore del miglior tempo complessivo della due-giorni di prove in Australia, spiccando un significativo 1’31″650 nel turno mattutino del lunedì, giusto 12/1000 di vantaggio su Shane Byrne con la Ducati del debuttante team Althea. La casa di Borgo Panigale, che sembrava in apparente difficoltà tra Portimao di Valencia “salvata” dalla prestazioni dei piloti “clienti” Byrne e Checa (pur sempre con le 1198 F10 a disposizione), si è completamente riscattata nei test alla vigilia del via ufficiale della stagione: quattro Ducati ai primi quattro posti, cinque nella top-6. Alle spalle di Michel Fabrizio e Shane Byrne, duellanti come tempi sul giro e sul passo di gara, si evidenzia così Jakub Smrz con la 1198 del Team Pata di Borciani e Guandalini, il più veloce nell’ultima sessione con il suo 1’31″680: decisamente un buon esordio per la rinnovata compagine tricolore. Segue a ruota Carlos Checa, capace ieri di collocarsi in cima alla classifica, mentre Noriyuki Haga con il sesto tempo con il sesto tempo completa il “Ducati Day”. Carlos Checa precede Noriyuki Haga Non resta che una buona rimonta a Jonathan Rea, quinto con la Honda Ten Kate, seguito in settima posizione da Leon Haslam parso l’unico in grado di spezzare il presunto monopolio Ducati. Il britannico della Suzuki nell’ultimo turno di attività era in vantaggio di quasi 2/10 al primo intermedio, ma ha incontrato un pilota più lento: giro abortito, attesa replica tra 4 giorni con le qualifiche ufficiali. Nonostante una classifica monotematica, ci sono ben 9 piloti nello spazio di un secondo, compresi Max Biaggi e Leon Camier, entrambi in grado di limare 1″ rispetto a ieri con le Aprilia RSV4 Factory dai colori Alitalia. La coppia di Noale, che paga 5 giorni di prove persi nel corso dell’inverno tra Misano e Valencia, si dimostra temibile anche per la concorrenza dal bilancio di difficile comprensione. James Toseland fuori dalla top ten Max Neukirchner ha accarezzato la top-10, la BMW è in crescita ma resta lontana dall’obiettivo prefissato (podio), la Yamaha risulta indietro con James Toseland e Cal Crutchlow rispettivamente 12° e 17° nella classifica combinata dei quattro turni: ci sarà da preoccuparsi in casa Yamaha Sterilgarda, o si è trattato esclusivamente di lavoro differenziato? Nel contesto di Phillip Island si nota la Kawasaki solo in 16° posizione con Chris Vermeulen, capace con la Ninja di arrivare a 6/10 dai suoi stessi tempi 2009 con la Suzuki MotoGP, con qualche difficoltà per Vittorio Iannuzzo (22°) e Matteo Baiocco (23°), quest’ultimo protagonista di una caduta. Terminati i test, l’appuntamento è ora fissato per venerdì con le prime prove ufficiali del 2010 dove non ci sarà più ragione alcuna per dubitare e analizzare tempi e classifiche “virtuali” che offrono i test invernali. HANNspree Superbike World Championship 2010 Infront Motor Sports Official Test Phillip Island Classifica complessiva tempi 01- Michel Fabrizio – Ducati Xerox Team – Ducati 1198 F10 – 1’31.650 (144 giri) 02- Shane Byrne – Althea Racing – Ducati 1198 F10 – 1’31.662 (120 giri) 03- Jakub Smrz – Team PATA B&G Racing – Ducati 1198 RS – 1’31.680 (139 giri) 04- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 F10 – 1’31.959 (145 giri) 05- Jonathan Rea – HANNspree Ten Kate – Honda Honda CBR 1000RR – 1’32.175 (169 giri) 06- Noriyuki Haga – Ducati Xerox Team – Ducati 1198 F10 – 1’32.247 (137 giri) 07- Leon Haslam – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – 1’32.279 (142 giri) 08- Max Biaggi – Aprilia Alitalia Racing – Aprilia RSV4 Factory – 1’32.474 (154 giri) 09- Leon Camier – Aprilia Alitalia Racing – Aprilia RSV4 Factory – 1’32.621 (169 giri) 10- Max Neukirchner – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR – 1’32.691 (145 giri) 11- Ruben Xaus – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – 1’32.714 (147 giri) 12- James Toseland – Yamaha Sterilgarda Team – Yamaha YZF R1 – 1’32.781 (109 giri) 13- Troy Corser – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – 1’32.819 (134 giri) 14- Lorenzo Lanzi – DFX Corse – Ducati 1198 RS – 1’32.830 (147 giri) 15- Sylvain Guintoli – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – 1’32.869 (147 giri) 16- Chris Vermeulen – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX 10R – 1’32.870 (152 giri) 17- Cal Crutchlow – Yamaha Sterilgarda Team – Yamaha YZF R1 – 1’32.880 (133 giri) 18- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX 10R – 1’33.202 (134 giri) 19- Andrew Pitt – Team Reitwagen BMW – BMW S1000RR – 1’33.699 (141 giri) 20- Joshua Brookes – Echo CRS Honda – Honda CBR 1000RR – 1’33.710 (112 giri) 21- Roland Resch – Team Reitwagen BMW – BMW S1000RR – 1’33.943 (105 giri) 22- Vittorio Iannuzzo – S.C.I. Honda Garvie Image – Honda CBR 1000RR – 1’34.945 (83 giri) 23- Matteo Baiocco – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – 1’35.663 (150 giri) 24- Roger Hayden – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – 1’35.763 (161 giri)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy