Superbike Test Jerez: Melandri chiude al comando, 2° Giugliano

Superbike Test Jerez: Melandri chiude al comando, 2° Giugliano

Gli unici sotto l’1’41”, Kawasaki non dichiara i tempi

Commenta per primo!

Un tiepido sole ha mitigato la conclusiva giornata di test riservati a 12 piloti in rappresentanza di 7 squadre del Mondiale Superbike, confermando a grandi linee i valori emersi ieri su pista bagnata. Con le incognite relative ai tempi conseguiti da Tom Sykes (KRT non ha montato i transponder di Crono Jerez sulle due Ninja ZX-10R, ma il vice-Campione del Mondo viene accreditato di un 1’40” basso), al comando della graduatoria figurano due piloti italiani: Marco Melandri (BMW Motorrad GoldBet) e Davide Giugliano (Aprilia RSV4 del team Althea). Sceso in pista con un giorno d’anticipo lunedì per verificare la bontà del recupero della spalla infortunata nell’autunno scorso, il pilota ravennate con la BMW S1000RR ufficiale curata dai tecnici BMW Motorrad Motorsport e BMW Motorrad Italia ha fermato i cronometri sull’1’40″758 con ben 63 giri completati, poco più di 1/10 meglio rispetto a Davide Giugliano, confermatosi ad alti livelli alla prima presa di contatto con la Aprilia RSV4 nonostante una scivolata senza conseguenza. Il più veloce ieri su pista bagnata, l’ex Campione Superstock 1000 FIM Cup conferma l’ottimo feeling con la 4 cilindri di Noale schierata da Althea Racing tanto da tener testa ai due piloti ufficiali Aprilia: Eugene Laverty chiude sull’1’41”, Sylvain Guintoli non va oltre l’1’41″683. Un segnale incoraggiante per Aprilia con tre delle quattro RSV4 attese al via del mondiale 2013 (Red Devils Roma con Michel Fabrizio non ha preso parte ai test in Andalusia) nella top-6, il tutto a poco più di un mese dall’esordio stagionale di Phillip Island. Rispetto al 2012 progressi da rimarcare anche in casa Crescent Suzuki con Leon Camier, al secondo anno con la GSX-R 1000 Yoshimura, accreditato di un best-time in 1’41″183 tenendo testa a Jonathan Rea, 5° con la Honda Ten Kate vestita dei colori Pata, distanziando Guintoli e Chaz Davies (BMW) l’ultimo a scendere sotto il muro dell’1’41”. Resta sopra l’1’42” invece Leon Camier con la seconda Pata Honda, alla ricerca del feeling con la Suzuki Superbike il vice-Campione del Mondo Supersport 2012 Jules Cluzel in 1’42″6 soltanto al secondo test con la “Gixxer” dopo Almeria. Chiude la schermata dei tempi Ivan Clementi, atteso al via del Mondiale Superbike con una BMW S1000RR dell’esordiente HTM Racing. Per i protagonisti della Superbike l’appuntamento è ora fissato per la doppia-tornata di prove pre-gara a Phillip Island: il 14-15 febbraio i test privati, il 20-21 la due giorni di test ufficiali. Superbike World Championship 2013 Test Jerez, Classifica 2° Giorno 01- Marco Melandri – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR – 1’40.758 02- Davide Giugliano – Althea Racing – Aprilia RSV4 Factory – 1’40.862 03- Eugene Laverty – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – 1’41.043 04- Leon Camier – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – 1’41.183 05- Jonathan Rea – Pata Honda Team – Honda CBR 1000RR – 1’41.641 06- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – 1’41.683 07- Chaz Davies – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR – 1’41.727 08- Leon Haslam – Pata Honda Team – Honda CBR 1000RR – 1’42.410 09- Jules Cluzel – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – 1’42.636 10- Ivan Clementi – HTM Racing SBK – BMW S1000RR – 1’44.857 Servizio Fotografico: Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy