Superbike: Test a Jerez con la pioggia, caduta per Melandri

Superbike: Test a Jerez con la pioggia, caduta per Melandri

Test bagnati dalla pioggia per i team Superbike

Commenta per primo!

Non sono stati propriamente fortunati i team del Mondiale Superbike (Aprilia, Kawasaki, Pata Honda, Pedercini, MRS) presentatisi oggi a Jerez de la Frontera per il primo di due giorni di prove in vista dell’esordio stagionale in gara del 23 febbraio prossimo a Phillip Island. La pioggia ha ridotto allo stretto indispensabile le attività in pista con diversi rischi in più per i piloti, uno in particolare: Marco Melandri. Il ravennate, infatti, è stato protagonista di una brutta caduta all’altezza della velocissima curva 11 (intitolata ad Alex Criville), risoltasi fortunatamente senza conseguenze con nessuna frattura/contusione evidenziata nella breve visita di controllo presso il centro medico del Circuito de Jerez. Giornata da dimenticare per il ravennate, ma anche per gli altri piloti che hanno avuto ben poco da provare oggi in Andalusia con pochi giri per il trio Kawasaki Factory formato dal Campione del Mondo in carica Tom Sykes (con il #1 ben in vista sul cupolino), Loris Baz e David Salom (con la Ninja ZX-10R “EVO”) e per la coppia Pata Honda formata da Jonathan Rea e Leon Haslam più Michele Magnoni, al secondo test da collaudatore Ten Kate. Tom Sykes con il numero 1 L’odierna giornata di prove a Jerez sarà in ogni caso ricordata per il ritorno in pista di Sylvain Guintoli dopo ben 100 giorni di inattività dovuti alla doppia-operazione alla spalla infortunata. L’esperto pilota francese, così come gli altri piloti presenti a Jerez, proseguiranno il lavoro domani: meteo permettendo. Foto: Circuito de Jerez

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy