Superbike: Team Pedercini con Salom, McFadden e Lundh

Superbike: Team Pedercini con Salom, McFadden e Lundh

Tre piloti per il Team Pedercini nel round di Mosca

Commenta per primo!

Se due squadre, per differenti ragioni e motivazioni, salteranno la trasferta di Mosca del Mondiale Superbike, il Team Pedercini porterà in pista addirittura tre piloti rigorosamente in sella alle Kawasaki Ninja ZX-10R preparate dalla compagine di Volta Mantovana.

Accanto al titolare David Salom correranno infatti il sudafricano David McFadden e lo svedese Alexander Lundh. Per il primo, attuale capo-classifica del campionato sudafricano Superbike sempre su Kawasaki, si tratta di un “ritorno” con il Team Pedercini dopo aver disputato i round di Misano (ritirato), MotorLand Aragon (8°) e Brno (5°) della Superstock 1000 FIM Cup, mettendo in mostra un buon potenziale velocistica e tanta aggressività.

Sono molto contento di essere qui e so che la mia squadra mi aiuterà ad adattarmi velocemente alla mia nuova moto“, afferma il pilota sudafricano. “Sono fortunato perché potrò vivere questa entusiasmante esperienza su di un circuito completamente nuovo con il Moscow Raceway. Voglio divertirmi e cogliere questa grande opportunità per fare del mio meglio, sia per il mio team che per i miei sponsor.

Sarà invece all’esordio con il Team Pedercini ed in Superbike Alexander Lundh, pilota svedese già campione in madrepatria del Swedish Pro Superbike, al via del Mondiale Superbike nel biennio 2010 e 2011 con una Honda CBR 600RR del proprio Cresto Guide Racing Team. Passato quest’anno al mondiale Moto2 con la MZ, dopo aver concluso il rapporto con la compagine di Martin Wimmer Lundh è tornato una-tantum nel WSS a Silverstone (3° in griglia con la CBR 600RR di Bogdanka PTR Honda) prima di trovare l’intesa con il Team Pedercini per disputare le ultime gare della stagione 2012.

Questa sarà la mia prima gara in assoluto con il team Pedercini Kawasaki Superbike“, ricorda Alex Lundh. “Non ho mai corso prima nel mondiale Superbike e quindi dovrò prendere confidenza con la mia nuova moto già dai test di mercoledì e successivamente nelle prove di venerdì. So che lo staff tecnico del team mi aiuterà ad adattarmi ad una moto per me completamente nuova. Sno contento in quanto inizio questa bellissima esperienza nel mondiale Superbike assieme ad una squadra di professionisti e spero di poter raccogliere qualche buon risultato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy