Superbike: stagione finita per Max Neukirchner

Superbike: stagione finita per Max Neukirchner

Il tedesco tornerà in sella per i test di Portimao

Commenta per primo!

Otto manche, due podi, un ritiro e un quarto posto come miglior piazzamento in griglia a Monza prima dell’incidente che gli ha compromesso la stagione è quanto resterà scritto del 2009 di Max Neukirchner, promessa tedesca del team Suzuki Alstare, vincitore di due gare a Monza e Misano nel 2008 e annunciato contendente al titolo mondiale quest’anno. Sul circuito brianzolo lo scorso maggio era stato il protagonista più sfortunato dell’incidente al via di gara uno: incolpevole, colpito da una moto (quella di Brendan Roberts) che scivolava impazzita sul prato alla prima chicane, aveva riportato varie fratture a gamba e piede destri. Da lì il lento recupero fino al ritorno in sella ad inizio luglio per i test di Imola dove, nuovamente sfortunato, in una scivolata alla curva del Tamburello si era fratturato tre vertebre stabilizzate con un’operazione a fine agosto.

Il ritorno di Neukirchner alle competizioni era previsto per il round francese a Magny Cours questo weekend, ma dopo l’ultimo checkup in Clinica Mobile domenica scorsa ad Imola è stata presa la decisione definitiva di non partecipare ad alcuna delle due prove ancora in calendario questa stagione. I due infortuni subiti da Max sono stati gravi e per questo motivo necessitano di un tempo di riabilitazione più lungo. Gareggiare a Magny Cours e Portimao sarebbe un rischio inutile e Neukirchner ha preferito concentrarsi sulla prossima stagione. Secondo i medici il ventiseienne tedesco potrebbe tornare in sella per i test di Portimao che si svolgeranno sul tracciato portoghese dal 27 al 29 ottobre, dove potrebbe provare la “nuova” Suzuki GSX-R 1000: gli ingegneri Suzuki in giappone e gli ingegneri Alstare stanno infatti lavorando intensamente da mesi sulla moto in vista della stagione 2010.

“Sono molto dispiaciuto”, ha confessato Neukirchner, “ci tenevo a tornare a correre in questa stagione, sarebbe stato molto importante per me. Adesso saremmo già in grado di risolvere molti problemi sulla moto per il prossimo anno. Ovviamente i medici non vogliono prendere rischi e lo capisco, in fondo si tratta della mia salute. Il recupero sta procedendo bene e mi sento meglio giorno dopo giorno”.

Sulla seconda GSX-R 1000 del Team Suzuki Alstare accanto al giapponese Yukio Kagayama resterà fino a fine campionato l’australiano Karl Muggeridge. Per la prossima stagione, invece, al fianco di Max Neukirchner già confermato nella compagine belga, si mormora dell’arrivo di una schiera di piloti sia della stessa Superbike (Leon Haslam), sia della MotoGP (Chris Vermeulen e altri).

Silvia Lavezzo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy