Superbike Sepang Superpole: Sykes in pole, Biaggi 4°

Superbike Sepang Superpole: Sykes in pole, Biaggi 4°

Superpole difficile per Rea che si ritrova settimo

Sarà “Mister Superpole” Tom Sykes a scattare dalla pole position nelle due gare in programma domani del Mondiale Superbike al Sepang International Circuit, decimo nonchè quart’ultimo appuntamento stagionale. A suo solito impressionante nel decisivo “time attack”, il Campione del Mondo 2013 è riuscito nella Superpole-2 ad avere la meglio su di un scatenato Jordi Torres ed un “ritrovato” Sylvain Guintoli, ma non solo: ad aprire la seconda fila ci sarà Max Biaggi affiancato da Alex Lowes e Chaz Davies rispettivamente in quinta e sesta casella. Giunto alla quarta pole stagionale dopo Assen, Donington Park e Misano Adriatico, la 28esima in carriera (in solitaria secondo nella graduatoria “All Time” preceduto dal solo Troy Corser a quota 43 pole), “The Grinner” ha indovinato un gran giro in 2’03″240 sufficiente per regolare di un paio di decimi Jordi Torres, con la prima delle tre Aprilia RSV4 RF ufficiali protagonista per tutto l’arco del weekend su di un tracciato dove ha corso per un quadriennio in Moto2 e provato nel 2012 la Avintia FTR-Kawasaki CRT.

Sykes sugli scudi a comandare una prima fila comprensiva di Sylvain Guintoli, autore di un prodigioso terzo crono con l’unica Honda Fireblade schierata da Pata Honda di testa (Michael van der Mark clamorosamente fuori alla SP1) riuscendo a precedere Max Biaggi, proprio nel finale autore di un buon quarto tempo che gli consentirà domani alle 7:30 e 10:30 italiane di prender il via dalla seconda fila. Accanto al “Corsaro”, alla sua seconda wild card stagionale dopo Misano Adriatico, prenderanno il via Alex Lowes (5° e qualificatosi grazie al secondo crono della SP1) e Chaz Davies (6° con la superstite Ducati Panigale R ufficiale complice l’infortunio di Davide Giugliano), non il capoclassifica di campionato Jonathan Rea, penalizzato da un giro con diversi errori e palesi difficoltà (da indagare) in fase di staccata.

Per Rea si complica il primo “match point” mondiale, ma cercherà di dare il massimo dalla terza fila ritrovandosi accanto il connazionale Leon Haslam (8°) e Niccolò Canepa (9°), nel novero della SP2 Matteo Baiocco (in 2’04″380 leader della SP1) è decimo a precedere Randy De Puniet mentre Ayrton Badovini, a causa della rovinosa caduta nel corso della FP4, sarà costretto a saltare le due gare in programma.

eni FIM Superbike World Championship 2015
Pirelli Malaysian Round
Sepang International Circuit, Classifica Tissot-Superpole (SP2)

01- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – 2’03.240
02- Jordi Torres – Aprilia Racing Team Red Devils – Aprilia RSV4 RF – + 0.270
03- Sylvain Guintoli – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – + 0.596
04- Max Biaggi – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 RF – + 0.708
05- Alex Lowes – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.778
06- Chaz Davies – Aruba.it Racing Ducati Superbike Team – Ducati Panigale R – + 0.939
07- Jonathan Rea – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 0.967
08- Leon Haslam – Aprilia Racing Team Red Devils – Aprilia RSV4 RF – + 0.974
09- Niccolò Canepa – Althea Racing – Ducati Panigale R – + 1.414
10- Matteo Baiocco – Althea Racing – Ducati Panigale R – + 1.760
11- Randy De Puniet – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.860
12- Ayrton Badovini – BMW Motorrad Italia Superbike Team – BMW S1000RR – senza tempo *

* Non prenderà parte alle due gare in programma

Servizio Fotografico: Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy