Superbike Sepang Prove 2: Guintoli passa al comando

Superbike Sepang Prove 2: Guintoli passa al comando

Suo il miglior crono davanti a Giugliano e Sykes

Conosce bene il tracciato (5 precedenti esperienze in 250cc, 2 in MotoGP nel biennio 2007-2008), punta a due piazzamenti importanti nelle gare in programma domenica per ridurre lo svantaggio di 37 punti dalla testa della classifica. Non bisogna pertanto stupirsi nel ritrovare in cima al monitor dei tempi della seconda sessione di prove libere al Sepang International Circuit Sylvain Guintoli, in 2’05″096 autore del miglior riferimento cronometrico in sella alla propria Aprilia RSV4 Factory, prestazione sufficiente per sottrarre la “pole” di giornata al compagno di squadra Marco Melandri, secondo a 71/1000 grazie al 2’05″167 siglato nella mattinata.

Con le 4 cilindri a V di Noale grandi protagoniste di giornata tanto da monopolizzare la top-3 nella graduatoria “combinata” dei tempi grazie a (nell’ordine) Guintoli, Melandri e Toni Elias (terzo assoluto con la RSV4 del Team Red Devils Roma), le “infuocate” temperature bel al di sopra dei 30° (e 40° dell’asfalto) hanno permesso all’esperto pilota francese di ritrovarsi davanti a tutti anche per quanto concerne la classifica delle velocità massime con una rimarchevole top speed a 304.6 km/h. Guintoli comanda così il Day 1 a Sepang con le FP2 che hanno proposto a soli 182/1000 Davide Giugliano, secondo assoluto con la Ducati 1199 Panigale R ufficiale (e con un gap medio in termini di velocità massima nell’ordine dei 10 km/h), seguito a soli 5/1000 (e 0″187 dalla vetta) dal capoclassifica di campionato e Campione del Mondo in carica Tom Sykes, terzo e così come il pilota capitolino alla prima esperienza in gara a Sepang. Scorrendo la classifica delle FP2 nel novero dei piloti racchiusi in meno di 1″ non manca il già menzionato Toni Elias, Eugene Laverty (risalito fino alla 5° piazza dopo la caduta di questa mattina ed un doppio-test con la Suzuki XRH-1 MotoGP tra Okayama e Phillip Island), Chaz Davies e Marco Melandri, in 2’05″671 concentratosi più sul “passo” senza migliorare il 2’05″167 delle FP1.

Completano la top-10 Jonathan Rea (a Sepang un test all’attivo con la Honda RC212V 800cc MotoGP), Loris Baz e Alex Lowes (entrambi all’esordio sul tracciato malese) mentre tra le “EVO” Leon Camier, non al meglio per l’infortunio rimediato ad Imola, comanda con la S1000RR di BMMW Motorrad Italia davanti a David Salom con più staccato Niccolò Canepa (Ducati Althea, 16°) e Ayrton Badovini (18° con la Bimota BB3 Alstare) più Alessandro Andreozzi (Kawasaki Pedercini, 21°) mentre Claudio Corti con la MV Agusta F4 RR è 14° assoluto, ampiamente tra i 20 piloti ammessi alla Superpole. Fuori da questo traguardo Aaron Yates il quale, oltre a scontare 30 orari di velocità in rettilineo dai migliori con la propria EBR 1190RX, è incappato in una caduta all’altezza della curva 13 verso il “Sunway Lagoon”.

Domani alle 9:45 locali (le 3:45 locali) la terza sessione di prove libere decisiva per determinare i 10 piloti ammessi di diritto alla Superpole 2 in programma nel pomeriggio alle 15:00 locali quando in Italia saranno le 9:00 in punto.

eni FIM Superbike World Championship 2014
Sepang International Circuit, Classifica Prove Libere 2

01- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – 2’05.096
02- Davide Giugliano – Ducati Superbike Team – Ducati 1199 Panigale R – + 0.182
03- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 0.187
04- Toni Elias – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory – + 0.244
05- Eugene Laverty – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.260
06- Chaz Davies – Ducati Superbike Team – Ducati 1199 Panigale R – + 0.352
07- Marco Melandri – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.575
08- Jonathan Rea – Pata Honda World Superbike – Honda CBR 1000RR SP – + 0.656
09- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 0.854
10- Alex Lowes – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.993
11- Leon Haslam – Pata Honda World Superbike – Honda CBR 1000RR SP – + 1.511
12- Leon Camier – BMW Motorrad Italia Superbike Team – BMW S1000RR – + 1.802 (EVO)
13- David Salom – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 1.871 (EVO)
14- Claudio Corti – MV Agusta Reparto Corse Yakhnich Motorsport – MV Agusta F4 RR – + 1.882
15- Christian Iddon – Team Bimota Alstare – Bimota BB3 – + 1.885 (EVO)
16- Niccolò Canepa – Althea Racing – Ducati 1199 Panigale R – + 2.070 (EVO)
17- Sheridan Morais – IRON BRAIN Grillini Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 2.166 (EVO)
18- Ayrton Badovini – Team Bimota Alstare – Bimota BB3 – + 2.486 (EVO)
19- Jeremy Guarnoni – MRS Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 3.076 (EVO)
20- Imre Toth – BMW Team Toth – BMW S1000RR – + 3.251
21- Alessandro Andreozzi – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – + 3.293 (EVO)
22- Fabien Foret – MAHI Racing Team India – Kawasaki ZX-10R – + 3.489 (EVO)
23- Romain Lanusse – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – + 3.854 (EVO)
24- Bryan Staring – IRON BRAIN Grillini Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 4.741 (EVO)
25- Geoff May – Team Hero EBR – EBR 1190RX – + 5.665
26- Peter Sebestyen – BMW Team Toth – BMW S1000RR – + 5.729 (EVO)
27- Aaron Yates – Team Hero EBR – EBR 1190RX – + 8.684

Servizio Fotografico: Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy