Superbike: proseguono i test a Jerez con novità 2014

Superbike: proseguono i test a Jerez con novità 2014

Kawasaki, Aprilia, MV, Suzuki, Honda e diverse “EVO”

Commenta per primo!

L’ultima sessione di prove ad anticipare il lungo periodo di divieto dei test invernali dal 1 dicembre 2013 al 15 gennaio 2014, un’occasione unica per valutare il potenziale delle principali tematiche d’interesse della prossima stagione. A Jerez de la Frontera i top-team del Mondiale Superbike (Kawasaki KRT, Aprilia Racing, Crescent Suzuki, Pata Honda, MV Agusta Yakhnich) hanno archiviato i primi due giorni di prove con alcuni riscontri interessanti, ma sempre nel segno del Campione del Mondo in carica Tom Sykes. “In paternità” nei precedenti test al Motorland Aragón di Alcañiz, “The Grinner” con la Kawasaki Ninja ZX-10R ufficiale KRT si è riconfermato in cima alla graduatoria “ufficiosa” dei tempi in 1’40″3 distanziando di mezzo secondo il suo più diretto inseguitore e compagno di squadra Loris Baz, al lavoro prevalentemente sul passo gara e nella verifica delle varie “strategie” elettroniche per la propria ZX-10R in vista del 2014. Marco Melandri Apprezzabili riscontri per tutto il team Kawasaki Provec, buona crescita in termini di competitività assoluta per Marco Melandri, al terzo test con la RSV4 Factory dell’Aprilia Racing Team, accreditato di un miglior riferimento cronometrico personale in 1’41″2. Il ravennate, affiancato dal tester Aprilia Alex Hofmann (come risaputo per la recente operazione alla spalla/clavicola destra Sylvain Guintoli rientrerà soltanto il prossimo mese di gennaio), si è focalizzato su tutte le verifiche del caso per far sempre più “sua” la 4 cilindri di Noale. Considerevole mole di lavoro anche in casa Pata Honda con lo sviluppo della nuova elettronica che equipaggerà le due CBR 1000RR Fireblade Ten Kate condotte dai riconfermati Jonathan Rea e Leon Haslam, mentre è tempo di debutti in Crescent Suzuki: accanto al Campione British Superbike in carica Alex Lowes (al secondo test con la GSX-R 1000 e quarto assoluto nella graduatoria dei tempi) ha provato per la prima volta la “Gixxer” il “runner up” del mondiale 2013 Eugene Laverty, per il momento fermo sull’1’42” alto. Claudio Corti Sempre sull’1’42″9 si è distinto in positivo all’esordio con la MV Agusta F4 RR Claudio Corti, al primo test da portacolori “MV Agusta Reparto Corse – Yakhnich Motorsport”, aspettando le principali novità attese soltanto per i primi test dell’anno nuovo. La 4 cilindri varesina promette bene, altrettanto la nuova classe “EVO” ben rappresentata da una sparuta rappresentanza di attesi protagonisti di questa nuova formula fortemente voluta da Dorna Sports. Dopo Aragon è sceso in pista con la Kawasaki Ninja ZX-10R “EVO” preparata da Provec Racing David Salom, il più veloce sull’1’42″5, non distanti da questi livelli i tre piloti che si sono alternati con le ZX-10R del Team Pedercini: Luca Scassa (per lui si tratterebbe di un ritorno dopo l’esperienza con la compagine di Volta Mantovana del 2009), Christian Iddon e Alessandro Andreozzi, vincitore domenica scorsa di Gara 1 della graduatoria “Privados” del CEV Stock Extreme con una MV Agusta F4 dell’Andreozzi Reparto Corse. Sempre tra le “EVO” primo test per due grandi protagonisti della Superstock 1000 FIM Cup 2013: il bi-Campione in carica Sylvain Barrier (BMW Motorrad Italia) e Jeremy Guarnoni (MRS Racing Kawasaki). Eugene Laverty I team Kawasaki KRT, Aprilia Racing, Crescent Suzuki, Pata Honda e MV Agusta Yakhnich termineranno oggi il programma di lavoro a Jerez de la Frontera, questa volta con il confronto diretto con il Ducati Superbike Team con le due 1199 Panigale R affidate a Chaz Davies e Davide Giugliano, in pista fino alla giornata di venerdì.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy