Superbike: prima sessione di test a Mosca, Checa in testa

Superbike: prima sessione di test a Mosca, Checa in testa

Marco Melandri e Max Biaggi settimo e nono

Commenta per primo!

Già nelle dichiarazioni della vigilia Carlos Checa aveva annunciato che il Moscow Raceway si sarebbe adattato bene al suo stile di guida ed alle caratteristiche della Ducati 1198. Non a torto infatti, dato che il Campione del Mondo Superbike in carica, grazie ad un tempo di 1’37.189, si è aggiudicato la prima posizione al termine del primo di due turni di test ufficiali da poco terminato. L’alfiere Ducati Althea Racing è però in buona compagnia, dato che a soli 186 millesimi troviamo il secondo classificato, ovvero Leon Haslam (BMW Motorrad Motorsport), seguito a breve distanza (37/1000) da un sorprendente Hiroshi Aoyama (Honda World Superbike), capace di risalire nel finale e di ottenere un piazzamento quantomeno “inusuale” rispetto al difficilissimo andamento di questa stagione di debutto nella competizione.

Dopo il freddo della mattinata, il sole ha permesso un rialzo delle temperature (18° C nell’aria, 35° C sull’asfalto) tutto sommato gradevoli viste le premesse. Tornando alla classifica, il quarto posto è stato occupato da Tom Sykes (Kawasaki Racing Team), in cerca di riscatto dopo il difficile fine settimana di Silverstone, che per lui rappresentava il round di casa. Quinta posizione invece per Davide Giugliano (Ducati Althea Racing), incappato in una scivolata nel finale di turno (alla curva 13) mentre tentava di migliorarsi, seguito da Marco Melandri (BMW Motorrad Motorsport), ultimo dei piloti rimasti sotto il muro del minuto e trentotto secondi, sebbene di soli 3 millesimi.

In un round che si annuncia imprevedibile la lotta per il titolo (Melandri è a soli 10.5 punti dalla vetta) sarà più calda che mai: lo sa bene il leader Max Biaggi (Aprilia Racing Team), che ha concluso in nona piazza preceduto da Michel Fabrizio (BMW Motorrad Italia GoldBet) e seguito da John Hopkins (FIXI Crescent Suzuki). Inizio difficile per Niccolò Canepa (Red Devils Roma Ducati), incappato in una scivolata a sette minuti dall’inizio del turno, che ha portato all’esposizione della bandiera rossa ed a una breve sospensione della sessione. Il giovane pilota genovese ex MotoGP ha chiuso con un un quattordicesimo posto, seguito da Eugene Laverty (Aprilia Racing Team), anch’egli protagonista di una caduta (alla curva numero 3).

Difficile esordio per David McFadden (Kawasaki Pedercini), fermato da un problema tecnico alla sua ZX-10R, nessun intoppo invece per Alexander Lundh, suo compagno di squadra ed anche lui al debutto nel Mondiale Superbike. Il pilota svedese, che con tutta probabilità correrà anche le rimanenti tre gare della stagione con il team mantovano, ha chiuso al diciannovesimo e penultimo posto tra le Ducati del PATA Racing Team di Sylvain Guintoli (18°) e Lorenzo Zanetti (20°).

eni FIM Superbike World Championship 2012
Test Moscow International Raceway, Classifica 1° Sessione

01- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 – 1’37.189
02- Leon Haslam – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 0.186
03- Hiroshi Aoyama – Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 0.223
04- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 0.523
05- Jonathan Rea – Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 0.632
06- Davide Giugliano – Althea Racing – Ducati 1198 – + 0.681
07- Marco Melandri – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 0.808
08- Michel Fabrizio – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR – + 0.826
09- Max Biaggi – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.842
10- John Hopkins – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.852
11- Chaz Davies – ParkinGO MTC Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 0.874
12- Leon Camier – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.069
13- Niccolò Canepa – Red Devils Roma – Ducati 1198 – + 1.076
14- Eugene Laverty – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 1.150
15- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 1.473
16- David Salom – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 1.502
17- Ayrton Badovini – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR – + 2.220
18- Sylvain Guintoli – PATA Racing Team – Ducati 1198 – + 3.056
19- Alexander Lundh – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 3.639
20- Lorenzo Zanetti – PATA Racing Team – Ducati 1198 – + 3.929
21- David McFadden – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 6.141

Valerio Piccini

Servizio Fotografico: Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy