Superbike Portimao Superpole: l’ottava pole di Tom Sykes

Superbike Portimao Superpole: l’ottava pole di Tom Sykes

Melandri in prima fila, Biaggi in seconda, Checa chiude 2°

Commenta per primo!

Nel rispetto di una leggenda come Troy Corser, il nuovo “Mister Superpole” del Mondiale Superbike risponde al nome di Tom Sykes. All’Autódromo Internacional do Algarve di Portimão il 27enne di Huddersfield non ha incontrato rivali nella decisiva sessione “SP3” conquistando l’ottava pole stagionale su 13 round, mancando quest’anno l’appuntamento con l’orologio in palio soltanto a Monza, Salt Lake City, Silverstone, Mosca e Nurburgring. Dopo un primo segnale lanciato agli avversari nella SP2 in 1’41″691, “The Grinner” ha domato la propria Kawasaki Ninja ZX-10R fino al nuovo primato del tracciato lusitano in 1’41″415, poco meno di 3/10 meglio rispetto all’1’41″712 siglato dodici mesi or sono da Jonathan Rea. L’ennesima perla di Sykes, l’ottava meraviglia sul giro singolo di un 2012 che potrebbe addirittura incoronarlo quale Campione del Mondo, a patto di disputare due gare convincenti domani a Portimao.

Per il momento Sykes ha archiviato la pratica-Superpole ritrovandosi in prima fila affiancato da due piloti senza più ambizioni-campionato come Carlos Checa, 2° e tornato in alto con la Ducati 1198 del team Althea, ed Eugene Laverty, terzo con la Aprilia RSV4 Factory scoperta proprio in Algarve in un promettente test organizzato nell’inverno scorso. Accanto a loro scatterà Marco Melandri, quarto riuscendo a prevalere nel confronto diretto per 125/1000 su Max Biaggi, 5° ad aprire la seconda fila, ma con un passo-gara sensazionale secondo consuetudine nei giorni migliori del “Corsaro”. Saranno pertanto due manche fondamentali per la corsa al titolo iridato con Biaggi, doveroso ricordarlo, in vantaggio di 9.5 punti rispetto a Melandri, 26.5 nei confronti di Sykes, ma con potenziali intromissioni al vertice di un trio d’Oltremanica formato nell’ordine dai futuri compagni di squadra in Honda Leon Haslam (6°) e Jonathan Rea (7°) più Chaz Davies, 8° sfruttando le due gomme “da Superpole” a disposizione nei primi due turni staccando il miglior crono nella SP1 in 1’42″516.

Seconda fila particolarmente agguerrita, altrettanto la terza dei quattro esclusi dalla decisiva sessione finale a cominciare da Leon Camier, competitivo (come al Nurburgring) sul passo-gara con la Suzuki GSX-R 1000 Yoshimura del team Crescent, estromesso dal connazionale e omonimo Leon Haslam per soli 16 millesimi nell’ambito della SP2. Niente da fare nemmeno per i Ducatisti Davide Giugliano (10° sul tracciato dove esordì lo scorso anno in Superbike fresco campione della Superstock 1000 FIM Cup) e Sylvain Guintoli (11° con la 1198 del PATA Racing Team), dodicesimo invece Loris Baz che per soli 2 millesimi aveva estromesso al primo “taglio” della SP1 il canadese del Team Effenbert-Liberty Racing Brett McCormick, autore sì della miglior performance in Superpole della carriera (13°), ma fuori dalla seconda sessione per un’inezia. Proposito rimandato dunque a Magny Cours per il campione canadese Superbike in carica, pur sempre in quarta fila insieme alla coppia BMW Motorrad Italia formata da Ayrton Badovini (14°) e Michel Fabrizio (15°) così come David Salom, fermato all’ultimo tentativo da un problema alla ruota posteriore della propria Kawasaki Ninja ZX-10R.

Il maiorchino del Team Pedercini, reduce dall’esordio in MotoGP a Misano con la BQR-FTR CRT di Avintia Blusens, è stato comunque autore di un apprezzabile risultato tanto da lasciar fuori dalla Superpole nomi illustri del calibro di Hiroshi Aoyama (dentro i primi 16 soltanto a Mosca) ed un irriconoscibile John Hopkins (19°), così come Lorenzo Zanetti, tradito nelle seconde qualifiche da un problema tecnico alla propria Ducati 1198. L’ex protagonista della Superstock 1000 FIM Cup scatterà così dalla diciottesima posizione in griglia a precedere i connazionali Lorenzo Lanzi (21° alla seconda presenza con il Team Effenbert-Liberty Racing), Matteo Baiocco (bi-Campione italiano Superbike in carica, 22° da sostituto di Niccolò Canepa con la Ducati del team Red Devils Roma) e Norino Brignola, in coda al gruppo con la Grillini BMW. L’appuntamento per le due gare è fissato per domani alle 12:00 e 15:30 locali, quando in Italia saranno le 13:00 e 16:30.

eni FIM Superbike World Championship 2012
Autódromo Internacional do Algarve di Portimão, Classifica Tissot-Superpole (SP3)

01- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – 1’41.415
02- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 – + 0.365
03- Eugene Laverty – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.374
04- Marco Melandri – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 0.600
05- Max Biaggi – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.725
06- Leon Haslam – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 0.856
07- Jonathan Rea – Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 1.302
08- Chaz Davies – ParkinGO MTC Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 2.044

La Griglia di Partenza

01- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R
02- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198
03- Eugene Laverty – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory
04- Marco Melandri – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR
05- Max Biaggi – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory
06- Leon Haslam – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR
07- Jonathan Rea – Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR
08- Chaz Davies – ParkinGO MTC Racing – Aprilia RSV4 Factory
09- Leon Camier – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000
10- Davide Giugliano – Althea Racing – Ducati 1198
11- Sylvain Guintoli – PATA Racing Team – Ducati 1198
12- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R
13- Brett McCormick – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198
14- Ayrton Badovini – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR
15- Michel Fabrizio – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR
16- David Salom – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R
17- Hiroshi Aoyama – Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR
18- Lorenzo Zanetti – PATA Racing Team – Ducati 1198
19- John Hopkins – FIXI Crescent – Suzuki Suzuki GSX-R 1000
20- Alexander Lundh – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R
21- Lorenzo Lanzi – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198
22- Matteo Baiocco – Red Devils Roma – Ducati 1198
23- Norino Brignola – Grillini Progea Superbike Team – BMW S1000RR

Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

Servizio Fotografico: Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy