Superbike Portimao Prove 1: Sykes precede Michel Fabrizio

Superbike Portimao Prove 1: Sykes precede Michel Fabrizio

Undici piloti in meno di 1″, bene Marco Melandri

di Redazione Corsedimoto

La stagione 2013 del Mondiale Superbike entra nel vivo all’Autódromo Internacional do Algarve di Portimão per il sesto appuntamento del calendario iridato e chi si presenta nel miglior modo possibile è Tom Sykes. Reduce dal weekend da assoluto dominatore trascorso a Donington Park, il vice-Campione del Mondo in carica con la Kawasaki Ninja ZX-10R ufficiale KRT è stato il più veloce in pista nell’inaugurale sessione di prove libere staccando un apprezzabile 1’44″241, comprensibilmente distante dalla Superpole record dello scorso anno in 1’41″415, ma sufficiente per distanziare di soli 87 millesimi un positivo Michel Fabrizio, tornato protagonista con la Aprilia RSV4 Factory del Red Devils Roma ritrovandosi in scia a “The Grinner”.

Un convincente inizio per il pilota capitolino, balzato nelle posizioni che contano nel finale di sessione a scapito di Jonathan Rea (3° con la Honda Fireblade Ten Kate) e delle BMW S1000RR di Chaz Davies e Marco Melandri, distanziati tra loro di soli 5 centesimi e a poco più di 2/10 dalla vetta, con il ravennate a lungo in cima alla graduatoria dei tempi viaggiando costantemente sull’1’44” basso. Nel lotto di ben 11 piloti racchiusi in meno di 1″ (anzi, 8 decimi) non manca il capoclassifica di campionato Sylvain Guintoli, sesto scontando 428/1000 dalla vetta, ma davanti ad uno “specialista” di Portimao come il proprio compagno di squadra Eugene Laverty, Loris Baz e Davide Giugliano in nona posizione sul tracciato dove esordì nel Mondiale Superbike 2011 da Campione Superstock 1000 in carica.

Le Ducati? Qualche “segnale” di ripresa. Carlos Checa nei minuti conclusivi ha avvicinato le posizioni che contano ritrovandosi tuttavia in undicesima piazza a 0″781 da un velocissimo Sykes, seguito nell’ordine da Ayrton Badovini (13°) e Max Neukirchner, 15° e reduce da un test con la Panigale R del Ducati Test Team al Mugello mercoledì scorso. Per completare il novero dei piloti italiani Federico Sandi con la Kawasaki Pedercini è 17°, seguito nell’ordine dal rientrante Ivan Clementi (con la BMW S1000RR del HTM Racing, assente a Monza e Donington Park) e da Vittorio Iannuzzo, 19° su Grillini BMW. Nel pomeriggio a partire dalle 15:30 locali (le 16:30 italiane) primo turno di qualifiche ufficiali.

eni FIM Superbike World Championship 2013
Autódromo Internacional do Algarve Portimão, Classifica Prove Libere 1

01- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – 1’44.241
02- Michel Fabrizio – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory – + 0.087
03- Jonathan Rea – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 0.212
04- Chaz Davies – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR – + 0.221
05- Marco Melandri – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR – + 0.271
06- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.428
07- Eugene Laverty – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.432
08- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 0.540
09- Davide Giugliano – Althea Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 0.690
10- Leon Camier – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.746
11- Carlos Checa – Team Ducati Alstare – Ducati 1199 Panigale R – + 0.781
12- Leon Haslam – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 1.143
13- Ayrton Badovini – Team Ducati Alstare – Ducati 1199 Panigale R – + 1.557
14- Jules Cluzel – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.682
15- Max Neukirchner – MR Racing – Ducati 1199 Panigale R – + 2.016
16- Alexander Lundh – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 3.299
17- Federico Sandi – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 4.774
18- Ivan Clementi – HTM Racing – BMW S1000RR – + 5.492
19- Vittorio Iannuzzo – Grillini Dentalmatic SBK – BMW S1000RR – + 6.909

Servizio Fotografico: Diego De Col

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy