Superbike Portimao Gara 2: Jonathan Rea non si batte

Superbike Portimao Gara 2: Jonathan Rea non si batte

Decima vittoria 2015 e fuga al comando della classifica

Commenta per primo!

Quattordici gare sin qui disputate, dieci vittorie e quattro secondi posti. Un ruolino di marcia a dir poco superlativo per Jonathan Rea, dopo l’affermazione in una “pazza” Gara 1 in grado di ripetersi anche nella seconda manche del Mondiale Superbike all’Autodromo Internacional do Algarve di Portimao rafforzando ulteriormente la propria leadership di campionato. Costretto nuovamente a dar vita ad una gara di rimonta dall’ottava casella conseguenza del primo (e finora unico) errore stagionale registratosi ieri nel corso della “Superpole-2”, il nordirlandese ha rispettato appieno il pronostico della vigilia dominando la scena. Ritrovatosi già quarto al termine del primo giro, da quel momento in avanti Rea ha passato uno dopo l’altro i suoi avversari: Chaz Davies, Tom Sykes e, nel corso dell’undicesimo giro, l’allora leader Davide Giugliano, viaggiando spedito verso l’ennesima vittoria con un passo-gara insostenibile per chiunque.

Per il nordirlandese del Kawasaki Racing Team si tratta della venticinquesima affermazione in carriera nel Mondiale Superbike (settimo in solitaria nella graduatoria “All Times” distanziando due Campioni del Mondo come Carlos Checa e lo stesso Tom Sykes), ma soprattutto di una seria ipoteca verso la conquista del suo primo titolo iridato. Complici le problematiche incontrate da Sykes addirittura ottavo sul traguardo, ora il #65 vanta qualcosa come 124 punti di vantaggio (!) sul proprio teammate e con più soltanto 300 in palio nelle restanti 12 gare del calendario. Rea avvicina il titolo, agli avversari resta ben poco: a Davide Giugliano la soddisfazione del secondo posto davanti a Leon Haslam (a -131 in classifica) a completare un podio “multi-marca” con rappresentate Kawasaki, Ducati e Aprilia, a Chaz Davies un quarto posto ottenuto proprio nel finale complici gli inaspettati problemi occorsi a “The Grinner”.

Scivolato nel finale addirittura all’ottavo posto, l’iridato 2013 ha così lasciato la quinta piazza a Michael van der Mark in volata a scapito del proprio compagno di squadra Sylvain Guintoli (6°) e Jordi Torres (7°), con le convincenti Ducati di Leandro Mercado (Barni Racing Team) e Matteo Baiocco (Althea Racing) a completare la top-10. Dodicesimo invece Ayrton Badovini (BMW Motorrad Italia) davanti ad Alex Lowes (Crescent Suzuki) mentre Niccolò Canepa (Grillini Kawasaki) non è andato oltre la diciassettesima posizione.

eni FIM Superbike World Championship 2015
Nilox Portuguese Round
Autódromo Internacional do Algarve di Portimão, Classifica Gara 2

01- Jonathan Rea – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – 20 giri in 34’33.783
02- Davide Giugliano – Aruba.it Racing Ducati Superbike Team – Ducati Panigale R – + 5.416
03- Leon Haslam – Aprilia Racing Team Red Devils – Aprilia RSV4 RF – + 6.689
04- Chaz Davies – Aruba.it Racing Ducati Superbike Team – Ducati Panigale R – + 10.445
05- Michael van der Mark – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – + 14.122
06- Sylvain Guintoli – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – + 14.265
07- Jordi Torres – Aprilia Racing Team Red Devils – Aprilia RSV4 RF – + 16.213
08- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 19.384
09- Leandro Mercado – Barni Racing Team – Ducati Panigale R – + 19.998
10- Matteo Baiocco – Althea Racing – Ducati Panigale R – + 27.332
11- Roman Ramos – Team Go Eleven – Kawasaki ZX-10R – + 28.904
12- Ayrton Badovini – BMW Motorrad Italia Superbike Team – BMW S1000RR – + 31.138
13- Alex Lowes – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 34.252
14- Christophe Ponsson – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 56.181
15- Nico Terol – Althea Racing – Ducati Panigale R – + 1’02.679
16- Randy De Puniet – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’03.200
17- Niccolò Canepa – Grillini SBK Team – Kawasaki ZX-10R – + 1’03.488
18- Gabor Rizmayer – BMW Team Toth – BMW S1000RR – a 1 giro
19- Imre Toth – BMW Team Toth – BMW S1000RR – a 1 giro

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy