Superbike Portimao Gara 1: Jonathan Rea non si batte

Superbike Portimao Gara 1: Jonathan Rea non si batte

Da ottavo piega Sykes e conquista la vittoria

Commenta per primo!

Al primo (e finora unico) errore della stagione 2015, Jonathan Rea ha prontamente posto rimedio. In una “pazza” Gara 1 all’Autódromo Internacional do Algarve di Portimão il nordirlandese si assicura la ventiquattresima affermazione in carriera nel Mondiale Superbike, la nona in tredici gare sin qui andate in archivio nella stagione 2015 rafforzando ulteriormente la leadership di campionato a seguito dei risultati ottenuti dal compagno di squadra Tom Sykes (secondo) e da Leon Haslam, complice una scivolata finito fuori dalla top-10. Scattato come una furia dall’ottava casella tanto da ritrovarsi già secondo (!) al termine del primo giro, da quel momento in avanti “Johnny” ha aspettato il momento giusto per sferrare l’attacco decisivo sul proprio teammate Tom Sykes, registratosi nel corso dell’undicesimo delle venti tornate previste.

Quando la corsa sembrava ormai delineata, ci ha pensato bene la pioggia a rivoluzionare i valori in campo. Presentatasi prima soltanto con qualche sporadica gocciolina, la pioggia ha fatto capolino a sei tornate dal termine obbligando tutti a rientrate ai box per il “cambio gomme” con un tempo imposto di 59 secondi. Se Rea è rientrato subito per il pit-stop, Sykes ha proseguito per un’ulteriore tornata, ritrovandosi tuttavia in piena corsa per la vittoria grazie ad un errore del capoclassifica di campionato al giro di rientro in pista con un plateale “lungo” alla curva 5. I due non si sono risparmiati dando vita ad una sequenza di sorpassi-e-controsorpassi da rimarcare fino al penultimo giro quando, proprio sul più bello, “The Grinner” ha vistosamente rallentato per un (apparente) problema tecnico.

Porte pertanto spalancate a favore di Jonathan Rea, ora a +107 (!) su Tom Sykes in campionato con più soltanto 13 gare da disputarsi e 325 punti in palio. All’ennesimo 1-2 targato Kawasaki Racing Team, la Ducati sale sul terzo gradino del podio grazie a Chaz Davies seguito da Davide Giugliano, quarto in volata a scapito di Sylvain Guintoli (velocissimo sul bagnato nel finale), nonostante una prima fase della contesa con due errori in sequenza che lo hanno relegato ai margini della top-5. Scorrendo la classifica i nostri Matteo Baiocco (Althea Racing Ducati, 6°) e Ayrton Badovini (BMW Motorrad Italia, 7°) disputano una gran gara facendosi trovare pronti alle prime “bizze” del meteo tanto da precedere nell’ordine Leandro Mercado, Michael van der Mark (9° pur con un clamoroso “dritto” all’avvio), Alex Lowes e le due Aprilia RSV4 RF condotte da Jordi Torres (11°) e Leon Haslam, 12° a seguito della scivolata alla curva 5 al primo giro di pista dopo il “pit stop” con il podio ampiamente alla portata.

Per completare il novero dei nostri portabandiera, Niccolò Canepa con il diciassettesimo posto non centra la zona punti mentre Leon Camier con la MV Agusta F4 ufficiale è stato costretto al ritiro per un problema tecnico nelle prime fasi di gara.

eni FIM Superbike World Championship 2015
Nilox Portuguese Round
Autódromo Internacional do Algarve di Portimão, Classifica Gara 1

01- Jonathan Rea – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – 20 giri in 37’10.092
02- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 9.384
03- Chaz Davies – Aruba.it Racing Ducati Superbike Team – Ducati Panigale R – + 13.753
04- Davide Giugliano – Aruba.it Racing Ducati Superbike Team – Ducati Panigale R – + 27.818
05- Sylvain Guintoli – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – + 28.141
06- Matteo Baiocco – Althea Racing – Ducati Panigale R – + 39.665
07- Ayrton Badovini – BMW Motorrad Italia Superbike Team – BMW S1000RR – + 40.829
08- Leandro Mercado – Barni Racing Team – Ducati Panigale R – + 43.401
09- Michael van der Mark – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – + 59.025
10- Alex Lowes – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’01.388
11- Jordi Torres – Aprilia Racing Team Red Devils – Aprilia RSV4 RF – + 1’02.769
12- Leon Haslam – Aprilia Racing Team Red Devils – Aprilia RSV4 RF – + 1’04.152
13- Randy De Puniet – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’39.537
14- David Salom – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 1’43.681
15- Nico Terol – Althea Racing – Ducati Panigale R – + 1’45.940
16- Roman Ramos – Team Go Eleven – Kawasaki ZX-10R – + 1’49.326
17- Niccolò Canepa – Grillini SBK Team – Kawasaki ZX-10R – a 1 giro
18- Christophe Ponsson – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – a 1 giro
19- Gabor Rizmayer – BMW Team Toth – BMW S1000RR – a 1 giro
20- Imre Toth – BMW Team Toth – BMW S1000RR – a 5 giri

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy