Superbike Phillip Island Superpole: Rea in pole, Bayliss 14°

Superbike Phillip Island Superpole: Rea in pole, Bayliss 14°

Brutto incidente per David Salom nella SP2

di Redazione Corsedimoto

Una ‘Superpole thrilling‘ ha inaugurato la stagione 2015 del World Superbike al Phillip Island Grand Prix Circuit. In una decisiva ‘SP2‘ conclusasi anzitempo a 3 minuti e 52 secondi dal termine a seguito della bandiera rossa esposta per lo spaventoso incidente di David Salom al velocissimo curvone ‘Swan’ che immette sul rettilineo dei box, Jonathan Rea, all’esordio in un weekend di gara da pilota ufficiale Kawasaki Racing Team, si aggiudica la quinta pole position della carriera (l’ultima lo scorso anno ad Imola) in una prima fila ‘All British‘ completata da Chaz Davies e Leon Haslam con un convincente Michael van der Mark quarto all’esordio e da Campione del Mondo Supersport in carica. Il sabato sul tracciato di Victoria non era iniziato propriamente sotto una buona stella, con tante cadute eccellenti nel corso della mezz’ora di FP4 con sfortunati protagonisti Alex Lowes, Jordi Torres ed il leggendario Troy Bayliss, incappato in un rovinoso highside in piena ‘Lukey Heights’, riuscendo tuttavia a staccare il quarto crono nella SP1 con la prospettiva di prender il via delle due gare dalla quattordicesima casella. Il tri-Campione del Mondo in una ‘SP1‘ a sua volta inframezzata da una bandiera rossa per la caduta alla ‘Doohan’ di Matt Walters (a sua volta portacolori del Team Pedercini per questo fine settimana) ha pagato mezzo secondo rispetto al nostro Matteo Baiocco (Ducati Althea), il più veloce in 1’31″639 e l’unico italiano qualificatosi per la conclusiva sessione di Superpole in compagnia del Campione Superstock 1000 FIM Cup in carica Leandro Mercado, al debutto in quel di Phillip Island (assente per infortunio nella precedente esperienza in Superbike). Una volta iniziata la ‘SP2’, sostanzialmente tutti i piloti avevano posticipato il loro ingresso con gomma ‘da tempo’ per i minuti conclusivi della sessione, ritrovandosi tuttavia impossibilitati a tentare il time attack proprio per la caduta di Salom. L’iridato Superbike ‘EVO’ in carica, il primo a lasciare la corsia dei box con la Pirelli da Superpole, dopo eccellenti parziali al T1 e T2 ha perso il controllo della propria Kawasaki Ninja ZX-10R #44 alla velocissima ‘Swan’ ritrovandosi a terra. Nonostante la (bruttissima) dinamica, il maiorchino è cosciente, respira autonomamente ed è uscito illeso da questa spaventosa carambola che, di fatto, ha deciso i verdetti della Superpole. Ne sa qualcosa Chaz Davies, transitato sul traguardo pochi istanti dopo l’esposizione della bandiera rossa con il riferimento di 1’30″800, crono (da regolamento) annullato consegnando la pole a Rea davanti allo stesso gallese della Ducati, un positivo Leon Haslam 3° a completare una prima fila 100 % ‘Made in UK‘ e ‘multi-marca’ con rappresentate nell’ordine Kawasaki, Ducati e Aprilia. Sono addirittura cinque le case differenti ai primi cinque posti con un positivo Michael van der Mark 4° in griglia all’esordio in Superbike con la Fireblade di Pata Honda a precedere Alex Lowes (Crescent Suzuki, 6°) ed un altro ‘Rookie’ di talento e velocità che risponde al nome di Nico Terol, 6° con la prima Panigale R dell’Althea Racing. L’ultimo Campione del Mondo 125cc della storia precede l’ex compagno di squadra in Moto2 Jordi Torres, 7° dopo prove sensazionali al debutto in Superbike con Aprilia, impossibilitato ad effettuare il proprio time attack complice la bandiera rossa insieme agli ultimi due iridati SBK, Tom Sykes (inusitatamente 8° di conseguenza) e Sylvain Guintoli (9°) con Matteo Baiocco 10° e, senza un giro completo, il già menzionato David Salom (11°) e Leandro Mercado (12°). Domani alle 12:00 e 14:40 locali (le 2:00 e 4:40 italiane) il via delle due gare. eni FIM Superbike World Championship 2015 Swann Insurance Australian Round Phillip Island Grand Prix Circuit, Classifica Tissot-Superpole (SP2) 01- Jonathan Rea – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – 1’31.212 02- Chaz Davies – Aruba.it Racing Ducati Superbike Team – Ducati Panigale R – + 0.026 03- Leon Haslam – Aprilia Racing Team Red Devils – Aprilia RSV4 RF – + 0.295 04- Michael van der Mark – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – + 0.401 05- Alex Lowes – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.830 06- Nico Terol – Althea Racing – Ducati Panigale R – + 0.869 07- Jordi Torres – Aprilia Racing Team Red Devils – Aprilia RSV4 RF – + 1.031 08- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 1.053 09- Sylvain Guintoli – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – + 1.234 10- Matteo Baiocco – Althea Racing – Ducati Panigale R – + 1.629 11- David Salom – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – senza tempo 12- Leandro Mercado – Barni Racing Team – Ducati Panigale R – senza tempo La Griglia di Partenza 01- Jonathan Rea – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R 02- Chaz Davies – Aruba.it Racing Ducati Superbike Team – Ducati Panigale R 03- Leon Haslam – Aprilia Racing Team Red Devils – Aprilia RSV4 RF 04- Michael van der Mark – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP 05- Alex Lowes – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 06- Nico Terol – Althea Racing – Ducati Panigale R 07- Jordi Torres – Aprilia Racing Team Red Devils – Aprilia RSV4 RF 08- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R 09- Sylvain Guintoli – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP 10- Matteo Baiocco – Althea Racing – Ducati Panigale R 11- David Salom – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R 12- Leandro Mercado – Barni Racing Team – Ducati Panigale R 13- Randy De Puniet – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 14- Troy Bayliss – Aruba.it Racing Ducati Superbike Team – Ducati Panigale R 15- Leon Camier – MV Agusta Reparto Corse – MV Agusta F4 16- Jed Metcher – Race Center Demolition Plus – Kawasaki ZX-10R 17- Niccolò Canepa – Team Hero EBR – EBR 1190RX 18- Sylvain Barrier – BMW Motorrad Italia Superbike Team – BMW S1000RR 19- Matt Walters – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R 20- Roman Ramos – Team Go Eleven – Kawasaki ZX-10R 21- Santiago Barragan – Grillini SBK Team – Kawasaki ZX-10R 22- Larry Pegram – Team Hero EBR – EBR 1190RX 23- Christophe Ponsson – Grillini SBK Team – Kawasaki ZX-10R 24- Imre Toth – BMW Team Toth – BMW S1000RR

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy