Superbike Phillip Island Superpole: Haslam e Suzuki in pole

Superbike Phillip Island Superpole: Haslam e Suzuki in pole

L’inglese di un soffio più veloce rispetto a Fabrizio

Commenta per primo!

Leon Haslam esce vittorioso dalla prima Superpole dell’anno, sul circuito di Phillip Island, proponendosi in modo inequivocabile come pretendente alla vittoria nelle due gare in programma nella giornata di domani. “Pocket Rocket” è stato il più veloce in tutte e tre le sessioni, ottenendo la prima pole in carriera e riportando la Suzuki sulla prima casella dello schieramento che mancava dalla gara del Nurburgring, stagione 2008. Il figlio del celeberrimo Ron Haslam non ha avuto la ben che minima esitazione, ottenendo il miglior crono di ogni turno dello Shoot-out al primo tentativo, mostrando una sicurezza da veterano e confermando le ottime impressioni destate dalla GSX-R 1000 K10, messa in pista dal team Alstare. L’unico pilota che è andato vicino a rovinare la festa dell’inglese è stato il nostro Michel Fabrizio con la Ducati Xerox, che al termine della sessione ha ottenuto un tempo di 1’31.245, solamente sei millesimi di secondo più lento del crono che è valso ad Haslam la pole.

Il pilota romano è stato capace di compensare la cattiva prestazione di Noriyuki Haga, soltanto decimo al termine, eliminato al termine del secondo mini turno, così come avvenne un anno fa. Niente di grave per “Nitronori” se si pensa che in quella circostanza, partendo sedicesimo, riuscì nell’impresa di vincere gara 1. Straordinario terzo posto per Cal Crutchlow con la Yamaha Sterilgarda, capace di ottenere una prima fila che ad inizio week-end sarebbe potuta apparire come un semplice miraggio. Il pilota di Coventry ha dato il 110% ed ha sfruttato ogni centimetro della pista e, se consideriamo il suo essere un “rookie”, il debutto è più che positivo. Chiude la prima fila Carlos Checa con la Ducati del team Althea Racing, che fa da contraltare all’opaca prestazione del compagno di squadra Shane Byrne, diciottesimo e già fuori dai giochi al primo giro di boa.

In seconda fila troviamo il secondo pilota Alstare Sylvain Guintoli, aiutato nel confezionamento del suo giro migliore dal compagno di squadra, che lo ha guidato nel tortuoso saliscendi australiano, mentre a seguire si classificano il sempre veloce Jakub Smrz con la Ducati Pata B&G e i due britannici Jonathan Rea, con la Honda Ten Kate, e James Toseland, con la seconda Yamaha del team ufficiale Sterilgarda, autore di una performance maiuscola nonostante il forte dolore alla mano, conseguenza dalla caduta rimediata nella giornata di ieri.

Ottima nona posizione per Lorenzo Lanzi, il quale con la Ducati DFX Corse ha sfiorato l’accesso al terzo turno della Superpole, mentre problemi al motore della RSV4 per l’altro italiano, il pilota Aprilia Max Biaggi, soltanto undicesimo. Scivolata durante il secondo turno per il compagno di squadra di quest’ultimo, l’inglese Leon Camier, il quale ha dovuto dire addio alle possibilità di potersi piazzare nelle prime due file. Inaspettata la performance di Tom Sykes, pilota ufficiale Kawasaki che, con il dodicesimo tempo, è riuscito a far meglio del compagno di squadra Chris Vermeulen, soltanto quattordicesimo dopo un buon turno di qualifiche nella mattinata.

HANNspree Superbike World Championship 2010
Phillip Island, Classifica Superpole (SP3)

01- Leon Haslam – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – 1’31.229
02- Michel Fabrizio – Ducati Xerox Team – Ducati 1198 F10 – + 0.016
03- Cal Crutchlow – Yamaha Sterilgarda Team – Yamaha YZF R1 – + 0.413
04- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 F10 – + 0.442
05- Sylvain Guintoli – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.467
06- Jakub Smrz – Team Bata B&G Racing – Ducati 1198 RS – + 0.528
07- Jonathan Rea – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR – + 0.683
08- James Toseland – Yamaha Sterilgarda Team – Yamaha YZF R1 – + 0.790

La Griglia di Partenza

01- Leon Haslam – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000
02- Michel Fabrizio – Ducati Xerox Team – Ducati 1198 F10
03- Cal Crutchlow – Yamaha Sterilgarda Team – Yamaha YZF R1
04- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 F10
05- Sylvain Guintoli – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000
06- Jakub Smrz – Team Bata B&G Racing – Ducati 1198 RS
07- Jonathan Rea – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR
08- James Toseland – Yamaha Sterilgarda Team – Yamaha YZF R1
09- Lorenzo Lanzi – DFX Corse – Ducati 1198 RS
10- Noriyuki Haga – Ducati Xerox Team – Ducati 1198 F10
11- Max Biaggi – Aprilia Alitalia Racing – Aprilia RSV4 Factory
12- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R
13- Troy Corser – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR
14- Chris Vermeulen – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R
15- Ruben Xaus – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR
16- Leon Camier – Aprilia Alitalia Racing – Aprilia RSV4 Factory
17- Max Neukirchner – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR
18- Shane Byrne – Althea Racing – Ducati 1198 F10
19- Andrew Pitt – Team Reitwagen BMW – BMW S1000RR
20- Roland Resch – Team Reitwagen BMW – BMW S1000RR
21- Joshua Brookes – Echo CRS Honda – Honda CBR 1000RR
22- Vittorio Iannuzzo – S.C.I. Honda Garvie Image – Honda CBR 1000RR
23- Matteo Baiocco – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R
24- Roger Hayden – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R

Valerio Piccini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy